Quali sono gli errori nella cura delle piante d’appartamento?

Quali sono i principali errori nella cura delle piante d’appartamento? Una piccola guida per godere del colore della natura anche in città.

errori cura piante

Avere delle pianti o fiori nelle nostre case può dare quel tocco di colore che nessun complemento d’arredo può darci. Ma quali sono i principali errori nella cura delle piante d’appartamento? Bastano pochi accorgimenti per non uccidere le piante, scegliendo anche quelle più adatte a noi.

Gli errori più comuni nella coltivazione casalinga

Un consiglio che mi sento di darvi è quello di scegliere le piante che più vi piacciono e non quelle che vanno di moda. Alcune tra l’altro oltre ad essere molto bello, sono in grado di portarci dei benefici di salute.

  • Giusta collocazione: in poche parole, ogni pianta ha delle necessità d’esposizione alla luce ben precise. Quindi una volta scelto un suo posto, non dovrete più spostarla. Anche quando la pulirete, mi raccomando, rimettetela dove si trovava. Le piante soffrono se spostate di frequente.
  • Buona illuminazione: affidatevi a quanto riportato nel cartellino della pianta o a quanto suggerito da chi vi ha venduto la pianta. Solitamente le piante non hanno bisogno di esposizione diretta al sole. Per questo è bene scegliere una zona si luminosa ma non direttamente esposta, soprattutto d’estate.
  • Annaffiature: per prima cosa utilizzate acqua a temperatura ambiente e non fredda. Se usate acqua del rubinetto fatela decantare per almeno un giorno, dato che contiene del disinfettante che evaporerà in questo lasso di tempo. Inoltre abbiate cura di svuotare il sottovaso, per evitare che la pianta marcisca o abbia problemi di asfissia.
  • Giuste temperature: spesso le piante d’appartamento arrivano da climi differenti dal nostro, per lo più dai tropici. Se la temperatura scende al di sotto dei 15 gradi potrebbero morire.
  • Non spostate continuamente la pianta: il farlo induce le foglie a dover continuamente adattarsi per trovare l’illuminazione ideale. In pratica facciamo soffrire le nostre piante senza necessità.
  • Rinvasatele a primavera: basatevi sul ritmo di crescita, utilizzate il giusto terriccio e vaso ideale.
  • Pulite le piante: potete usare acqua e aceto ed un batuffolo di ovatta.