Roma, reagisce ad una rapina per difendere la fidanzata e gli sparano alla testa: gravissimo un 25enne

Ha cercato di difendere la fidanzata durante una rapina e gli hanno sparato. Un venticinquenne è ora ricoverato in gravissime condizioni

Roma
Roma

Venticinquenne ferito durante un tentativo di rapina a Roma. Cosa è successo?

La rapina

Era con la fidanzata in via Teodoro Mommsen, nei pressi del parco della Caffarella, a Roma, il 25enne colpito ieri sera, intorno alle 23:30, durante una rapina. Il ragazzo si stava dirigendo verso un pub lì in zona, il John Cabot Pub in via Franco Bartoloni, in compagnia della fidanzata, di origini ucraine, quando due malviventi si sarebbero avvicinati alla coppia, per derubarli.

La prima ad essere colpita è stata la ragazza, ferita alla testa con un oggetto. Obiettivo dei malviventi lo zaino che la 24enne aveva con sé.

Il fidanzato della giovane, per cercare di difenderla dall’aggressione, ha reagito al tentativo di rapina, cercando di riprendere lo zaino della compagna. Uno dei due ha esploso un colpo di pistola, che ha ferito il ragazzo alla testa. Uno dei proiettili esplosi è finito nel vetro del locale in cui la coppia si stava recando.

Le condizioni del ragazzo

Il ragazzo è stato trasferito d’urgenza al vicino ospedale. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi, tanto che si è resa necessaria una delicata operazione chirurgica alla testa.

L’intervento è teminato, ma il ragazzo versa ancora in gravissime condizioni.

Sull’accaduto indagano gli uomini di piazza Dante e del Nucleo Radiomobile di Roma. I due malviventi, che si sono dati alla fuga a piedi, dopo la rapina, hanno fatto perdere le loro tracce.

È plausibile che le forze dell’ordine stiano cercando immagini di eventuali videocamere di sorveglianza, per cercare di risalire all’identità degli aggressori.

La ragazza, anche lei in ospedale, ha riportato soltanto qualche contusione alla testa, per via del colpo, ma le sue condizioni non sono gravi.