“Lo ha fatto marcire”, il gesto dell’uomo che voleva il membro più grande

Una storia molto particolare di un uomo e il suo membro, compiendo un gesto estremo solo per vederlo più grande: ecco l’agghiacciante epilogo

"Ha fatto marcire il suo membro", l'agghiacciante gesto di un uomo che lo voleva più grande

Un membro piccolo e un uomo disperato: ma il suo gesto non gli dona quello che desidera ma ben altro di più grave. Ecco la sua terribile storia.

Che cos’è la dismorfofobia genitale?

La dismorfofobia genitale lo dice la parola stessa e oggi sempre più uomini sembrano esservi affetti. Quando il simbolo di virilità crea complessi –  l’effetto domino è inevitabile.

Per questo motivo si ricorre più di una volta a dei gesti o delle soluzioni estreme, pur di vedere il proprio simbolo di virilità con dimensioni molto più grandi dalle attuali.

In alcuni casi si ricorre a delle iniezioni di vaselina, ma la storia agghiacciante dell’uomo che ha raccontato il The Sun potrebbe far cambiare idea a molte persone.

La storia dell’uomo che ha fatto marcire il suo membro

Ci troviamo nelle Isole del Pacifico zona Sud dove un uomo di 45 anni aveva l’idea che il suo “simbolo” fosse troppo piccolo e decisamente non idoneo alle sue aspettative.

Per questo motivo ha deciso di ricorrere ad un metodo iniettando vaselina direttamente all’interno del suo membro. Nonostante tutto sembrasse andare secondo i piani dopo due mesi la situazione si trasforma in inquietante.

Il “simbolo” di quest’uomo dopo due mesi è letteralmente marcito ed è dovuto ricorrere ad un medico professionista, per valutare cosa fosse accaduto e le conseguenze del suo gesto.

Il medico ha diagnosticato la cancrena di Fournier, patologia che attacca le zone intime e potrebbe portare addirittura alla morte. In questo caso specifico sono state effettuate tre operazioni, al fine di rimuovere la pelle morta e la sostanza nociva iniettata precedentemente.

Oggi è sano, salvo e senza più la fobia delle misure che lo hanno portato quasi alla morte.