Gemelli morti in auto “Con la schiuma alla bocca”: l’urlo straziante del padre in tribunale

Ci sono nuovi dettagli sulla vicenda dei gemelli morti in auto e ora il padre urla tutto il suo dolore

Gemelli morti, USA, la tragica morte

Due gemelli morti in auto e dimenticati nelle ore più torride, Luna e Phoenix Rodriguez della contea di Rockland, sono stati trovati dalla Polizia. Ora il padre urla il suo dolore in tribunale.

La morte dei fratellini dimenticati in auto dal padre

Il 26 Luglio del 2019 a New York i due gemelli Luna e Phoenix Rodriguez erano in macchina con il padre, Juan Rodriguez che era andato a lavorare all’ospedale della Veterans Association.

Quest’ultimo dopo aver parcheggiato la sua auto davanti al posto di lavoro – Bronx New York – si è recato all’interno dell’edificio dimenticandosi completamente dei suoi figli.

L’uomo avrebbe dichiarato di essere convinto di aver lasciato i due gemelli all’asilo a New York, prima di andare a lavoro intorno alle 8.

Al termine del turno di lavoro come assistente sociale, intorno alle 16, prende consapevolezza della cruda realtà. Luna e Phoenix, vengono ritrovati sul sedile posteriore della sua Honda Accord nel Bronx, a New York City:

 “con la schiuma alla bocca”

Da quanto narra la Cnn, una pattuglia della Polizia si sia avvicinata all’auto in questione con l’amara sorpresa di aver visto al suo interno due corpicini che sembrava dormissero.

Immediato ed inutile l’intervento dei soccorritori, quanto la corsa contro il tempo che ha potuto constatare la morte dei bambini dovuta alle alte temperature di questi giorni.

Le cause del decesso e il responso dell’autopsia

I due bambini sono rimasti in auto  sotto il sole, il caldo e le temperature elevate di questi giorni a New York, non hanno lasciato scampo, sicuramente state la causa della morte dei bambini. Al fine di confermare le cause del decesso, si continua ad indagare e si attendono i risultati delle analisi dell’autopsia.

Gli investigatori ritengono che Juan Rodriguez si sia reso conto che i bambini erano ancora dentro l’auto quando è ripartito dopo il lavoro, chiamando successivamente il 911.

Chi ha visto Juan Rodriguez, nei pressi dell’auto ha detto di averlo visto:

“urlare e sotto shock”

Juan Rodriguez è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo, dichiarandosi non colpevole in tribunale, dove è apparso in lacrime, negando la duplice accusa di omicidio colposo.

Se da un lato i poliziotti sono invitati a controllare ogni mossa perché si ha l’idea che possa tentare il suicidio dall’altro, l’avvocato difensore Joey Jackson conferma la preoccupazione e dice:

“Il mio cliente è fuori di sé dal dolore sono preoccupato per la sua salute mentale ”

Juan Rodriguez, è stato rilasciato con il pagamento della cauzione di $ 100.000 e dovrà presentarsi di nuovo in tribunale il 1° agosto.

I pubblici ministeri hanno affermato che Juan Rodriguez ha detto alla polizia:

“Ho ucciso i miei bambini”

I familiari chiedono il massimo riserbo e privacy, per affrontare al meglio questa tragedia.