Libia, il nuovo attacco di Haftar: morti e bombardamenti sulla costa

Nonostante l’appello di cessare il fuoco, sulle coste della Libia si continuano i bombardamenti voluti da Haftar con un nuovo attacco

Libia
Libia

Un appello che non è stato ascoltato in Libia, così da portare il generale Haftar a sferrare un nuovo attacco lungo le cose, colpendo civili e uno dei porti di maggiore importanza.

Il nuovo attacco di Haftar

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha lanciato l’appello di cessare il fuoco, ma nonostante questo ieri il generale Haftar ha mandato avanti un nuovo attacco.

Come si evince da Il Fatto Quotidiano e dai media locali, tre persone – civili – sarebbero decedute a seguito del raid aereo avvenuto a 50 Km a ovest di Tripoli.

Zawiya è stata quindi colpita al cuore, con il porto che di norma viene utilizzato dai migranti per partire e raggiungere l’Italia. Non solo, perché proprio qui c’è una delle più importanti raffinerie del Paese. 

L’incontro tra Haftar e il Presidente del Cairo Abdel Fattah al-Sisi era anche andato a buon fine, con l’appoggio da parte di quest’ultimo per la lotta contro il terrorismo.

Le azioni di Haftar sul territorio libico

C’è stato anche, oltre a quanto sopra esposto, un dispiegamento di truppe a 450 Km est da Tripoli – Sirte – ovvero nella città che è diventata simbolo nella lotta dello Stato Islamico del Paese.

Lo fa presente la fonte Asharq al-Awasat, con la citazioni di fonti militari che fa emergere:

“l’azione fa parte dell’operazione per liberare tripoli dai terroristi”

Moltissime le immagini che sono state divulgate sul web, dove si notano le forze militari in marcia per raggiungere Sirte.