Home Salute & Benessere Zenzero: ecco i 5 benefici che ha sulla salute

Zenzero: ecco i 5 benefici che ha sulla salute

CONDIVIDI

Lo zenzero è una pianta in fiore e il suo nome ufficiale è Zingiber officinale. Il rizoma, più comunemente noto come radice, è ciò che probabilmente conosci.

zenzero
zenzero

La radice è piccante e pepata, con molte proprietà medicinali. È utilizzato in tutto il mondo in applicazioni culinarie e cliniche, entrambe per buoni motivi. Lo zenzero è stato chiamato più volte un superfood, ma cosa lo rende così potente? Questa radice ha i seguenti 5 superpoteri.

Stimola la digestione

Sai quella sensazione dopo aver mangiato un pasto quando sembra che un mattone sia nello stomaco? Ti chiedi se il tuo corpo sta effettivamente digerendo il cibo o se rimarrà lì per sempre?

Dispepsia funzionale è il termine clinico utilizzato per descrivere il disagio addominale superiore come il reflusso acido che si pensa sia correlato al rallentamento del sistema digestivo. Lo zenzero ha dimostrato di poter essere utile ad aumentare la capacità del corpo di svuotare il cibo dallo stomaco più rapidamente, noto come svuotamento gastrico.

Con questa maggiore motilità nel sistema digestivo, è meno probabile che si verifichino bruciori di stomaco o indigestione.

Abbassa la pressione sanguigna

L’ipertensione (nota come ipertensione) è un sintomo comune della dieta americana standard, ricca di alimenti trasformati. Secondo la Mayo Clinic, quando l’ipertensione non viene curata può portare a danni alle arterie, al cuore, al cervello, ai reni e agli occhi. I medici prescrivono spesso farmaci per la pressione sanguigna ai loro pazienti, ma cosa succede se si può ridurre la pressione sanguigna in modo naturale?

Lo zenzero migliora la pressione sanguigna (in combinazione con i farmaci) agendo come un vasodilatatore — espande i vasi sanguigni.

Questo è utile per aumentare la circolazione nel corpo, che riduce la pressione sanguigna complessiva in tutto il corpo. Lo zenzero contiene anche potassio, un minerale che la ricerca ha scoperto può aiutare a ridurre la pressione sanguigna.

Riduce la nausea

La nausea non è divertente. Che si tratti di cinetosi, nausea mattutina, effetti post-chirurgici, chemioterapia o gravidanza, la nausea non è un’esperienza che tutti desiderano.

E quando avverti un mal di stomaco, darei qualsiasi cosa per farlo finire! Prendi lo zenzero.

È stato anche scoperto che lo zenzero riduce la quantità di nausea che altrimenti potresti provare quando senti mal di mare. Dopo gli interventi chirurgici, è comune che alcune persone provino nausea e vomito.

La buona notizia è che i ricercatori hanno scoperto che lo zenzero è un “mezzo efficace per ridurre la nausea e il vomito postoperatori”.

Non solo lo zenzero fornisce sollievo dalla nausea post-operatoria, ma può anche aiutare i malati di cancro. In uno studio su adulti e bambini sottoposti a trattamenti chemioterapici, lo zenzero è risultato efficace nel fornire sollievo dalla nausea che accompagna tali trattamenti. Sulla base delle prove scientifiche, lo zenzero merita sicuramente una prova quando si verifica nausea di qualsiasi tipo.

Riduce l’infiammazione

L’infiammazione si verifica naturalmente anche in soggetti sani. È una risposta naturale e salutare per proteggere il corpo da lesioni o malattie.

Tuttavia, quando l’infiammazione è eccessiva o cronica, può essere molto dannosa. In effetti, i ricercatori hanno scoperto che l’infiammazione cronica è alla radice di molte malattie comuni come malattie cardiache, disturbi autoimmuni e cancro.

I componenti attivi dello zenzero crudo — gingerol, shogaol e paradol — sono responsabili di molti degli effetti antinfiammatori naturali che lo zenzero fornisce.

Proprietà antibatteriche

Se non sei ancora convinto delle proprietà medicinali dello zenzero, lo sarai ora! I ricercatori hanno scoperto che lo zenzero è un antibatterico efficace per molti batteri resistenti ai farmaci in applicazioni cliniche. Nel loro studio, i ricercatori hanno affermato che “lo zenzero ha un grande potenziale nel trattamento di molte malattie microbiche [come Bacillus ed E. coli]”.