Home Spettacolo Ylenia Carrisi ‘in viaggio per Las Vegas’: un sito spagnolo svela la...

Ylenia Carrisi ‘in viaggio per Las Vegas’: un sito spagnolo svela la verità sulla figlia di Al Bano e Romina Power

CONDIVIDI

Ylenia Carrisi, figlia di Al Bano e Romina, un sito spagnolo ha ripreso il caso in mano sciogliendo la matassa di misteri che avvolge il caso da anni

Ylenia Carrisi, un sito ricostruisce la sua storia
Ylenia Carrisi, Al Bano e Romina Powe

La misteriosa scomparsa della bellissima Ylenia Carrisi, figlia di Al Bano e Romina Power ha lasciato col fiato sospeso tutto il mondo. Ancora oggi ci sono diversi dubbi e punti oscuri. Un sito spagnolo El Cierre Digital ha provato a ricostruire la vicenda, facendo luce su alcune verità.

Ylenia Carrisi, un sito spagnolo indaga sulla scomparsa

La figlia di Al Bano e Romina Power continua a far parlare di sè. Questa volta è un sito spagnolo ad insinuare alcune dubbi e a scardinarli altri. David González sottolinea che il caso della giovane Carrisi, è uno dei casi di cronaca nera più inquietanti mai raccontati. Ognuno ha una propria teoria su come si siano svolti i fatti.

Ma perchè la scomparsa di Ylenia ha fatto così tanto clamore rispetto a quella di tante altre? Gli esperti sostengono che il fatto che si sia trattata di una ragazza benestante, di bell’aspetto abbia provocato un rumore maggiore. Romina e Al Bano hanno avuto un successo mondiale. Nel 1970 i due hanno dato alla luce la primogenita scomparsa.

Ylenia, tra l’altra, aveva cominciato anche lei a muovere i primi passi in Tv, partecipando come valletta a La Ruota della Fortuna con Mike Bongiorno e aveva posato come modella con Antonio Banderas.

La scomparsa e il mistero di Ylenia Carrisi

La scomparsa di Ylenia Carrisi è avvenuta nel gennaio 1994. La bella Carrisi aveva però una personalità molto forte che spesso la faceva litigare con il suo papà. Voleva evadere, andare lontano. Quell’anno decise di iniziare un viaggio, partendo proprio dagli Stati Uniti, il paese di sua madre ma come tutti sanno sparì a New Orleans, una delle città più bohemien.

L’unico testimone che avrebbe potuto dare una svolta alle indagini è il custode del Municipal Aquarium di New Orleans, che pare abbia visto, la notte della scomparsa, una donna con le stesse fattezze di Ylenia saltare nel fiume Mississippi. Al Bano diede molta attendibilità a quella testimonianza, anche se in cuor suo ha sempre sperato di rivedere sua figlia e forse lo spero anche oggi.

Dopo la scomparsa della loro primogenita i due artisti hanno vissuti forti contrasti. I due non avevano la stessa opinione, Romina ha sempre creduto che Ylenia si trovasse da qualche parte. I loro contrasti sono culminati nel 1999 con il loro divorzio che ha scioccato la stampa europea.

Yari, Cristel e Romina Jr. i loro figli, si sono trovati a vivere una bufera mediatica. La nonna, al tempo viva, Linda Christian ha attaccato più volte il cantante. Vennero alla luce anche delle infedeltà reciproche che hanno misero in discussione la visione idilliaca della coppia.

Ylenia, cosa è successo? Una conduttrice spagnola svela: “E’ viva”

Nel 2005 si sollevò un vero e proprio polverone mediatico quando la giornalista Lydia Lozano dichiarò di avere dei dati che attestavano che Ylenia era ancora in vita. Solo quando il cantante manifestò il suo sdegno verso l’accanimento mediatico e la falsità di quanto rivelato dalla conduttrice, Lydia fece un passo indietro e in diretta a ‘Salvami’ in lacrime chiese scusa ai due genitori.

Nel giugno 2011 si ritorna a parlare della scomparsa per via della rivelazione di una rivista, Freizet Reuve che aveva rivelato la possibilità che Ylenia fosse rinchiusa in un convento. Tuttavia, l’informazione non è mai stata provata. Nel 2015, Paul Moody stava per andare in pensione. Era un chirurgo forense in Florida e aveva passato gli ultimi anni della sua vita a identificare le vittime di Keith Hunter Jesperson, che aveva ucciso otto donne. Jesperson, che fino a quel momento aveva a malapena collaborato con la polizia, accettò di vederlo un giorno.

L’assino e la confessione su Ylenia

L’assassino spiegò che  l’aveva uccisa nel 1994, nella cabina del camion che guidava, che l’aveva presa a Tampa perché la ragazza, allora 24enne, voleva andare a Las Vegas. Ma la ragazza gli aveva detto di chiamarsi Susan. La foto identificativa che gli inquirenti gli mostrarono era quella di Ylenia Carrisi. Per gli inquirenti quel corpo, di una certa Susan, in realtà era della figlia di Al Bano.

Ma ancora una volta, era solo una falsa speranza. Molti media italiani e il Public Mirror rivelarono che quella non era Ylenia. Il Tribunale di Brindisi ha dichiarato Ylenia ufficialmente deceduta lo scorso dicembre 2014. Questa affermazione si chiude definitivamente un caso che, più di due decenni, è stato un vero calvario per Al Bano e Romina.