Home Cronaca Ylenia Carrisi, la zia Taryn Power rompe il silenzio: “Ylenia non vuole...

Ylenia Carrisi, la zia Taryn Power rompe il silenzio: “Ylenia non vuole farsi trovare…

CONDIVIDI

A raccontare la verità, è la sorella di Romina Power, Taryn Power nonchè zia di Ylenia Carrisi, la quale rompe il silenzio con una dichiarazione choc. Ecco cosa ha dichiarato.

Taryn Power ha voluto raccontare la sua versione della scomparsa che ha coinvolto 25 anni fa, Ylenia Carrisi. La donna è stata intervistata diverso tempo fa, in occasione della realizzazione di uno speciale sulla Scomparsa di sua nipote Ylenia.

Taryn Power, “Ylenia mi disse che voleva…”

La donna ha dichiarato nel corso dell’intervista di aver visto l’ultima volta Ylenia a Cellino San Marco, nell’estate del ’92, in occasione di una rimpatriata in famiglia.

In quel frangente la giovane si confidò con la zia Taryn. Ecco cosa le rivelò:

“Ylenia mi disse che voleva andare a studiare negli Stati Uniti ma che Albano non l’avrebbe lasciata andare ed era molto frustrata per questo. A volte pensavo che fosse troppo duro con lei, ma a volte ciò che facciamo è il risultato di ciò che abbiamo vissuto”

In quel tempo, una delle voci più preponderanti erano quelle secondo cui la giovane Carrisi si trovasse in un monastero dell’Arizona tanto è vero che Taryn Power decise di telefonare al suddetto monastero per ricevere delle informazioni in merito, ma le risposero che Ylenia non era mai stata li, e che dunque la soffiata non si era dimostrata altro che una “voce al vento”.

La scomparsa di Ylenia Carrisi desta ancora tanti dubbi, oltre ad essere avvolta dal mistero. Ma cosa avrà voluto dire la zia Taryn Power pronunciando quelle parole, “a volte ciò che facciamo è il risultato di ciò che abbiamo vissuto?”. Ylenia Carrisi, è scappata perchè seriamente frustrata dal fatto di non poter realizzare il suo sogno di studiare negli USA?

La madre tempo fa, in un intervista affermò che la figlia secondo lei non sarebbe solo viva, ma sarebbe in qualche “angolo del mondo a vivere la vita che avrebbe sempre voluto”. Sarebbe dunque così? Ylenia si trova in qualche angolo del mondo, magari con una nuova identità a vivere la vita che senza questo gesto estremo non avrebbe, a detta sua, avuto la possibilità di vivere?