Home News Violenta una coetanea nel parco di giorno: arrestato 13enne

Violenta una coetanea nel parco di giorno: arrestato 13enne

CONDIVIDI

Terribile episodio di violenza sessuale tra adolescenti: due famiglie disperate, ecco cosa è accaduto in un parco in pieno giorno.

Rye Park violenza tra adolescenti
il Ray Park

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire cosa sia accaduto nel parco dove una tredicenne è stata violentata da un coetaneo poi arrestato.

Lo stupro nel parco: tredicenne arrestato

Una episodio di violenza inaudita si è consumato tra due protagonisti poco più che bambini: due tredicenni originari del Buckinghamshire nel Regno Unito.

A darne notizia è il Sun come riporta Viaggi News: la ragazzina avrebbe sporto denunciane raccontato nei dettagli la violenza di cui è stata vittima nel parco High Wycombe.

Secondo il racconto della giovanissima un suo coetaneo l’avrebbe aggredita e stuprata lo scorso lunedì pomeriggio.
Il tredicenne avrebbe abusato di lei in pieno giorno incurante del pericolo: il Pay Park in quell’orario diurno era infatti frequentato.

Il giovanissimo stupratore è stato arrestato dalla Polizia di Thames Valley ma nelle ore successive è stato rilasciato su cauzione.

Ancora in corso le indagini, cosa è emerso

La polizia locale sta al momento eseguendo tutte le indagini che occorrono per chiarire la vicenda e a tal proposito Michael Anderson ispettore della Child Abuse Investigation Unit ha dichiarato:

“Questo è naturalmente un episodio angosciante per la vittima..Tuttavia, vorrei rassicurare tutti che è in corso un’indagine completa e approfondita”.

Anderson ha rassicurato la comunità che si sia trattato di un caso isolato ed ha anche fornito alcuni dettagli sull’accaduto. Tra questi l’età dell’aggressore che sarebbe coetaneo della ragazzina ma non si esclude che possa trattarsi anche di un ragazzo più piccolo.

L’appello dalla polizia di Aylesbury è diretto a chi potrebbe essere stato involontariamente testimone della terribile scena di violenza. Per permettere di raccogliere testimonianze è stato infatti divulgato un numero di telefono.

Come è immaginabile le due famiglie stanno soffrendo per quanto accaduto ma la Polizia non li lascia soli: agenti appositamente formati in casi di violenze sessuali li stanno seguendo e tutti sperano di arrivare alla verità.