Home News Viaggi in treno, NON prenotabili dopo il 12 dicembre 2020: cosa c’è...

Viaggi in treno, NON prenotabili dopo il 12 dicembre 2020: cosa c’è dietro?

CONDIVIDI

Treni prenotabili solo fino al 12 dicembre, nessuna disponibilità da Trenitalia e ItaloTreno oltre tale data. Ci stanno nascondendo un nuovo lockdown?

Sul sito di ItaloTreno e Trenitalia non è al momento possibile prenotare un viaggio in treno dopo il 12 dicembre 2020.

Come mai la disponibilità dei treni è solo fino a questa data? Tenendo conto dell’ultimo Dpcm, ci stanno nascondendo che sarà in arrivo un nuovo lockdown con divieto di spostamento regionale? Ecco cosa si nasconde dietro questa coincidenza.

Treni, disponibilità solo fino al 12 dicembre

Una strana coincidenza ha insospettito la popolazione: due grandi società dei trasporti come Trenitalia e Italotreno hanno disponibilità di prenotazione soltanto fino al 12 dicembre e non oltre.

La stessa data li accomuna ed è una data piuttosto vicina, del resto mancano solo due mesi a Natale.

Dagospia ha lanciato l’allerta in merito a questa coincidenza: non si possono selezionare viaggi in treno dopo il 12 dicembre 2020. Come mai? Perché proprio fino al 12 dicembre, cosa ci nascondono?

Se provate a selezionare una data successiva al 12 dicembre 2020 il sito di entrambe le società ferroviarie risponderà automaticamente:

Non ci sono soluzioni disponibili.

Tenendo presente le nuova stretta anticontagio dettata dall’ultimo dpcm, questa sembra essere una strana coincidenza. Fa senza dubbio riflettere su un possibile nuovo lockdown totale con divieto di spostamento comunale e regionale sotto Natale.

Cosa ci stanno nascondendo?

Cercare di prenotare sul sito è impossibile e chiedere ulteriori informazioni significa ricevere una risposta simile:

I calendari sono da aggiornare.

I calendari con le date prenotabili per i viaggi in treno sono sempre stati quasi annuali, ed ora non si può prenotare un treno a distanza di meno di due mesi.

L’ipotesi che preoccupa maggiormente è appunto un prossimo lockdown totale che preveda aspre restrizioni sugli spostamenti, motivo per il quale le due società non avrebbero quindi aggiornato il calendario.

Senza pensare che ci stiano nascondendo qualcosa si potrebbe ipotizzare una semplice paura, un timore delle due società di avanzare troppo velocemente con le prenotazioni vista la volubile situazione in cui siamo al momento.

Nessuna fonte ufficiale ha confermato un prossimo lockdown totale. Il ministro Speranza e anche Giuseppe Conte hanno assicurato invece che queste restrizioni appena adottate non sono l’anticamera del peggio ma un utile strumento per evitarlo.

Probabilmente i dirigenti di Trenitalia e Italotreno hanno deciso di attendere ad aggiornare i calendari e vedere come la situazione pandemica italiana si evolverà mese per mese.