Home News Vaccini obbligatori per l’anno scolastico 2019/2020: tutto quello che ancora non sapete

Vaccini obbligatori per l’anno scolastico 2019/2020: tutto quello che ancora non sapete

CONDIVIDI

Le sanzioni e il calendario previsti dal Ministero della Salute per i vaccini che permetteranno la frequentazione dell’anno scolastico 2019/2020

vaccini

L’elenco dettagliato dei vaccini, e il relativo calendario, da tenere in considerazione per garantire l’accesso a scuola ai bambini tra gli 0 e i 16 anni.

Le sanzioni per le famiglie

Il Ministero della Salute ha comunicato l’elenco dei vaccini, che sarà obbligatorio fare ai bambini, di età compresa tra 0 e 16 anni, per garantirne l’accesso a scuola.

In quest’anno scolastico 2019/2020, infatti, sono previste delle sanzioni economiche, che vanno dai 100 ai 500 euro a figlio, nel caso in cui il Dirigente scolastico segnali la famiglia del bambino non in regola.

Le famiglie non in regola con il piano rilasciato dal Ministero e che non presentino il certificato che attesta l’avvenuta vaccinazione, non garantiranno l’accesso a scuola ai propri figli e dovranno pagare una sanzione.

Il calendario dei vaccini

I vaccini obbligatori sono 10 e immunizzano per la poliomielite, la difterite, il tetano, la pertosse, l’epatite b, l’emofilo dell’influenza, il morbillo, la parotite, la rosolia e la varicella.

Questi vaccini vengono proposti in formulazioni multicomponente e quindi nello stesso giorno è possibile effettuarne più di uno.

La formula esavalente è quella che comprende i vaccini antipoliomielitica, antidifterica, antitetanica antiepatite B, antipertosse e anti Haemophilus influenzae; quella trivalente contro il morbillo, la parotite e la rosolia.

In alternativa di quest’ultimo è possibile richiedere la composizione quadrivalente, che comprende anche la varicella.

Il vaccino esavalente prevede tre dosi nel primo anno di vita del bambino: il primo intorno al 2° mese di vita, il secondo e il terzo al 5° e all’11°. Sono inoltre previsti due richiami: uno all’età di 6 anni e l’altro nel periodo dell’adolescenza.

Il vaccino trivalente o quadrivalente prevede invece la somministrazione in due dosi: una a 13 o 15 mesi e l’altra a 6 anni.