Home News USA, votazioni anticipate: piovono voti per i Dem. Biden supera Trump

USA, votazioni anticipate: piovono voti per i Dem. Biden supera Trump

CONDIVIDI

Più di 50 milioni di voti sono stati anticipatamente inseriti nell’urna: Biden è in testa con il 49% e i repubblicani faticano a stargli dietro con il 27%.

votazioni anticipate biden in testa

La votazione anticipata ha ottenuto più consensi di quello che ci si aspettava: 56 milioni di elettori hanno già votato.

I democratici conducono le elezioni con il 49% dei voti, Trump corre ai ripari.

Votazioni anticipate in USA

Il 21 % degli americani avente diritto di voto ha già votato: una cifra che equivale a più del 37% dei 136 milioni di elettori che avevano partecipato alle elezioni di 4 anni fa.

In base a questi dati è quasi giusto affermare che elezioni presidenziali sono già iniziate. Lo scontro tra Trump e Biden sarà lungo e combattuto fino al 3 novembre 2020: il giorno dell’election day.

Il professore dell’Università della Florida, Micheal McDonald, ha offerto molte indicazioni sull’andamento delle elezioni: in 19 stati degli USA i registri sono consultabili perché pubblici.

Su 25,7 milioni ci sono 12,7 democratici (quasi il 50%) mentre i repubblicani sono stati solo il 27,5%. Il 22,3% non si è schierato dichiarando alcuna preferenza.

In Florida il 38% degli elettori ha già inviato per posta il voto o si sono presentati direttamente alle urne per esprimere la propria preferenza. Florida e Ohio sono gli Stati maggiormente in bilico come ad ogni elezione presidenziale.

I numeri al momento danno i Dem in vantaggio

Per ora in base agli ultimi numeri i Dem sono in testa con 43,3% di voti mentre i repubblicani sono arretrati di ben 7 punti con 1.903.763 preferenze acquisite.

Trump si è trasferito a Palm Beach e si è mostrato al seggio elettorale della zona a dimostrazione che il voto in presenza è meglio di quello inviato in corrispondenza: in linea con la sua campagna anti votazione per posta.

I democratici al contrario, mentre Trump condanna da settimane il voto per posta, hanno spinto per l’early voting (voto anticipato) con un colpo di coda:

vabene spedire la scheda ma è meglio se di persone vi recate ai seggi.

Mancano 10 giorni all’election day

Dopo l’ultimo duello televisivo tra Biden e Trump l’early voting è l’ultimo passo prima dello scontro finale.

Nessuno si aspettava quest’affluenza nella votazione anticipata: 10 giorni all’election day e si stima che l’affluenza possa anche superare il 65%, un record storico.

Si legge sul CorriereDellaSera.it che i sostenitori di Trump sono inquieti e preoccupati per questi dati che li mostrano evidentemente indietro rispetto ai Dem. Sabato mattina c’è stato un corteo in Texas al confine col Messico: trumpiani con cappellini, bandierine e magliette sparsi ovunque per far venire più gente possibile alle urne.