Home News Studentessa accoltellata al parco: uccisa dalla follia di un 13enne

Studentessa accoltellata al parco: uccisa dalla follia di un 13enne

CONDIVIDI

Gruppo di ragazzi aggredisce una studentessa di 18 anni. Tessa muore per una coltellata allo stomaco ed il colpevole è un 13enne

Tessa Majors
Tessa Majors

Un ragazzino di 13 anni ha ucciso una studentessa aiutato da altri due minorenni. La giovane muore per diverse coltellate in un parco pubblico. Tutti gli aggiornamenti sulla tragedia che arriva dagli USA

Tessa vittima del branco

Aveva solo 18 anni Tessa Majors e probabilmente molto sogni come i suoi coetanei che frequentavano il
Barnard College.
Ma lei non potrà più vederli esauditi, perché è stata uccisa a New York, nei pressi dell’ Università Columbia.

La dinamica dell’omicidio è molto semplice per quanto agghiacciante e solleva il problema molto attuale della violenza su e da parte di giovanissimi.

Tessa si trovava nel Morningside Park quando è stata aggredita da un gruppo di ragazzini che volevano derubarla.

La rapina è però finita in tragedia, con la ragazza uccisa da una coltellata allo stomaco ed il più giovane del gruppo che si è macchiato di questo terribile delitto.

La ragazza dopo essere stata colpita diverse volte allo stomaco si è trascinata nei pressi della cabina della sorveglianza.
Al suo interno però non vi era nessuno e quando le guardie sono tornate per la ragazza non c’era più nulla da fare.

Assassino a 13anni, il mondo è scioccato

Dalle prime ricostruzioni il gruppetto di giovanissimi si trovava nel parco con l’intenzione di compiere una rapina ai danni di qualche passante e per primo era stato scelto un uomo.
Ma il destino ha voluto che i tre adocchiassero Tessa e decidessero che sarebbe stata lei la loro vittima.

In principio i tre avrebbero aggredito la ragazza bloccandola per il collo nonostante il suo ribellarsi.

In seguito proprio il più giovane dei tre l’avrebbe colpita allo stomaco più volte con un coltello, uccidendola.

Il tredicenne è agli arresti e gli atri due ragazzi di 14 anni sono in stato di fermo mentre le indagini continuano anche con l’intervento dei reparto dei sub della polizia locale per esaminare il laghetto all’interno del parco.