Home News USA, bambina morta in auto: il padre non ha voluto rompere finestrino...

USA, bambina morta in auto: il padre non ha voluto rompere finestrino per salvarla

CONDIVIDI

Sayah Deal, 1 anno, chiusa in un auto sotto al sole per un’ora. Il padre si è rifiutato di soccorrerla rompendo il finestrino: ‘Non i soldi per ripararlo’.bambina morta in auto bollente

Una vera tragedia quella accaduta a Los Angeles, USA: una bambina è morta intrappolata in un auto perché il padre non ha voluto soccorrerla.

La polizia era sulla scena ma non è intervenuta con abbastanza tempismo.

Bambina morta in auto bollente

Una bambina di un anno è rimasta intrappolata nell’auto del padre con i finestrini chiusi: l’uomo aveva dimenticato le chiavi nell’auto.

Non ha voluto rompere il finestrino per soccorrerla e le temperature esterne hanno surriscaldata l’auto fino ad uccidere sua figlia.

La polizia ha cercato di convincere Sisney Deal, il padre della piccola, a rompere il finestrino o chiamare un carro attrezzi per aprire la vettura ma lui ha categoricamente risposto:

No, non ho i soldi per ripararlo.

Si è più volte rifiutato di soccorrere sua figlia, a suo parere la bambina stava più che bene non c’era motivo di rompere il finestrino. L’ha lasciata cuocere in un’automobile rovente senza ossigeno.

Chiaramente l’uomo era in difficoltà economiche al momento della tragedia ma gli agenti sono rimasti sconcertati dalla scelta dell’uomo di lasciar morire la piccola.

Gli agenti hanno provato ad intervenire contro la volontà di Sidney ma per la piccola Sayah era troppo tardi, si legge sul Messaggero.

L’uomo cercava di convincere la polizia che la bambina stava benissimo e che l’aria condizionata era accesa: la piccola Sayah non stava bene, l’ossigeno le mancava poco a poco e il calore la che divampava nell’auto l’ha stordita.

Il padre si è rifiutato di rompere finestrino

La bambina è restata in auto per un’ora sotto il sole cocente: l’interno dell’automobile con i finestrini chiusi era diventato un forno crematorio. La piccola si è dimenata tra i sedili e poi si è accasciata giù per terra, ha perso i sensi per mancanza di ossigeno.

I poliziotti hanno cercato di rianimarla rompendo il finestrino e tirandola fuori ma era troppo tardi, la piccola è morta poco dopo esser stata estratta dall’auto.

Una morte atroce quella di Sayah che ricorda quella della bambina di Rovigo morta in auto in una lenta agonia, entrambe sono morte in auto roventi.

Il padre Sidney Deal amava la sua piccola, o almeno così hanno riferito i vicini di casa. Le difficoltà economiche della famiglia non gli hanno mentalmente permesso di fare la scelta giusta_ salvare la sua bambina da morte certa.

Forse Sidney non era più in sé in quel momento? Per ora è in arresto con l’accusa di abuso e negligenza di minore.

Sui social si sono diffuse le immagine de saluto alla piccola Sayah, i suoi vicini di casa la compiangono con dolore. Si sono riuniti tutti in strada con cartelloni, peluches e palloncini rosa per un ultimo simbolico saluto.