Home News Usa 2020, Trump accetta ufficialmente la nomination repubblicana

Usa 2020, Trump accetta ufficialmente la nomination repubblicana

CONDIVIDI

Il presidente Trump promette meno tasse e più sicurezza, oltre alla creazione di decine di milioni di posti lavoro.

Trump
Nel corso della convention la figlia di Donald, Ivanka Trump, ha fatto intendere un futuro in politica.

Si è svolta davanti al prato delle Casa Bianca la convention di Trump dove ha accettato ufficialmente la nomination del partito repubblicano.

Nessun distanziamento sociale e assenza di mascherine al dibattito

A far discutere, oltre i molti attacchi effettuati da Trump ai danni dell’altro candidato Biden, la totale assenza di distanziamento sociale e mascherine.

Ma la vera stella della giornata è stata Ivanka, capace di rendere più umana la figura di un genitore rude e dettato solamente dal proprio istinto. Infine, nel corso della convention ha trovato spazio per un intervento anche l’ex sindaco di New York, Rudi Giuliani.

Ivanka Trump preannuncia un futuro in politica

Ad aprire il dibattito la figlia dell’attuale presidente Usa, Ivanka Trump. Quest’ultima, con il suo intervento, ha fatto intendere un futuro in politica con la voglia di succedere a suo padre.

Tra le numerose promesse effettuate da Trump vi è la creazione di 10 milioni di nuovi posti lavoro in dieci mesi. Inoltre, vi sarà un taglio delle tasse e il tanto atteso ripristino nell’ordine, non dimentichiamo, infatti, le numerose proteste in corso in America in queste ore.

Infine, l’ultima promessa effettuata da Trump riguarda l’arrivo entro la fine dell’anno di un vaccino per il Covid-19 come riporta Tgcom24. Inoltre, Trump non ha risparmiato, come predetto, attacchi all’altro candidato:

“E’ il cavallo di Troia della sinistra estrema. Queste sono le elezioni più importanti nella storia del nostro Paese e ci sono due visioni, due filosofie, dovete decidere tra il sogno americano e l’agenda socialista.”

Ha dichiarato Donald Trump precisando:

“Il vostro voto deciderà se proteggiamo le leggi o se diamo carta bianca agli anarchici violenti, agli agitatori, ai criminali che minacciano i nostri cittadini”.

Nonostante le numerose proteste presenti fuori dalla Casa Bianca, non sono mancati cori e applausi di approvazione da parte del pubblico invitato ad assistere al comizio.