Home Televisione Un Posto al Sole, spoiler al 6 novembre: il duro scontro tra...

Un Posto al Sole, spoiler al 6 novembre: il duro scontro tra Renato e Niko

CONDIVIDI

Nuovi attesi spoiler di Un Posto al Sole con protagonisti che sembrano voler affilare le unghie dopo alcuni avvenimenti scottanti.

Un Posto al Sole, spoiler al 6 novembre: il duro scontro tra Renato e Niko

Tutto cambia in Un Posto al Sole dove i protagonisti subiranno dei colpi di scena incredibili. Che cosa succede sino al 6 novembre?

Il triangolo Serena, Leonardo e Filippo

Mentre Filippo sta per partire per Tenerife ecco che Serena si decide ad incontrarlo per rivelare quelli che sono i suoi veri sentimenti. Dagli spoiler sembra però che un colpo di scena inaspettato possa rovinare questo bel momento. Leonardo non si darà per vinto nonostante tutto e aggredirà Serena, mettendola con le spalle al muro: tutti questi dubbi e i sensi di colpa comprometteranno il suo futuro con Filippo.

Leonardo infatti sta facendo di tutto perché i due non si rimettano insieme, colmo di rabbia e gelosia nei confronti della Cirillo e di quello che sarebbe potuto essere il loro amore.

Grandi scontri anche al caffè Vulcano dove ci sarà un grande litigio tra Alex e Patrizio per decidere chi dovrà mandare avanti il tutto in assenza di Silvia. La giovane Alex prenderà in mano la situazione e manderà avanti il locale con grande fermezza, dimostrando di avere carattere.

Lo scontro tra Niko e Renato

Nell’occhio del ciclone ecco Niko che si sta lasciando andare tra amicizie poco raccomandabili – come quella di Leonardo – e serate passate a bere. Devastato dalla situazione con Susanna prende la decisione di lasciare lo studio Navarra. Ma Renato Poggi non ci sta e questa volta decide di affrontare a muso duro il figlio, cercando di portarlo sulla retta via e non buttare tutto per colpa di un sentimento oramai andato alla deriva.

Una parentesi anche per Fabrizio e Marina che si troveranno ad aver non pochi problemi economici al cantiere: ma il gesto di Roberto Ferri stupirà tutti quanti.