Home News Twitter, lotta alle fake news: le novità

Twitter, lotta alle fake news: le novità

CONDIVIDI

Il ceo di Twitter, Jack Dorsey, ha deciso di dichiarare guerra alle fake news introducendo una nuova funzionalità al social network.

twitter

La nuova funzionalità è ancora in fase di test e consiste nel chiedere agli iscritti di controllare la notizia prima di retwittarla.

Promuovere una discussione informata

L’obiettivo di Jack Dorsey, ceo di Twitter, è quello di far sì che il social network dei cinguettii diventi privo (o quasi) di notizie bufala. Con la nuova funzionalità, che al momento è in fase di test, infatti, si cercherà di promuovere una discussione informata.

Per il momento, la nuova funzione è disponibile su Android. In cosa consiste? Non appena si cercherà di ricondividere un tweet si aprirà una sorta di avviso che chiede all’utente di aprire l’articolo in questione, per approfondire la notizia, prima di ritwittarlo.

Anche se sembrerebbe una funzionalità inutile, poiché sembra scontato aprire un post prima di condividerlo, molte persone non lo fanno. Sì perché sono tanti gli utenti che scelgono di condividere un contenuto fidandosi soltanto dell’anteprima dell’articolo. Spesso ci si fida della testata o dell’utente che ha condiviso il post, senza approfondire.

Il test

La fase di test è stata confermata dall’account ufficiale Twitter da cui si legge, come è apparso su Repubblica:

“Condividere un articolo può accendere la conversazione, quindi magari potresti volerlo leggere prima di twittarlo. Per sostenere la discussione informata, stiamo testando un nuovo avviso un Android: quando ritwitti un pezzo che non hai aperto su Twitter, potremmo chiederti se prima vuoi leggerlo”.

Nonostante l’avviso, non viene vietata la possibilità di condividere comunque l’articolo. Per il momento, l’avviso è disponibile soltanto negli Stati Uniti. Si pensa, però, che se il test dovesse andare bene, si renderà disponibile altrove. Quella del social network resta comunque una scommessa che, a qualcuno, potrebbe sembrare troppo paternalistica.