Home News Tutte le novità per guidare il monopattino, dalla maggiore età al casco

Tutte le novità per guidare il monopattino, dalla maggiore età al casco

I parlamentari stanno discutendo possibili cambiamenti da apportare. Ad esempio la guida dei veicoli leggeri potrebbe essere consentita dai 18 anni in sù.

Monopattino, le nuove regole

Inoltre bisogna essere ben equipaggiati. Come per le biciclette il casco diventerà obbligatorio e probabilmente anche il giubbotto catarifrangente.

Disegni di legge

A qualche mese dallo scoppio dalla pandemia le città più grandi hanno iniziato ad essere solcate in modo massiccio dallo sfrecciare di uomini e donne a bordo di uno dei più semplici, ma anche avventurosi, mezzi di trasporto: il monopattino elettrico.

Così il cambiamento repentino di abitudini non ha trovato pronta la legislazione sugli spostamenti con l’antico veicolo d’invenzione ottocentesca, ma reso comodo perché liberato dalla spinta muscolare.

In questi giorni il parlamento è all’opera per introdurre novità importanti nel codice stradale.

A rientrare nei due disegni di legge oggetto del confronto, non ci sono solo i monopattini, ma anche il monoruota (o monowheel), l’overboard (con due ruote parallele sulle quali vi sono altrettante pedane snodate tra loto) e il segway (simile al precedente ma con il manubrio).

Quali sono le novità?

La prima importante proposta è che l’utilizzo degli agili mezzi sarà vietato ai minorenni.

Poi è previsto l’obbligo del casco e del giubbotto catarifrangente.

Potrebbe essere approvata l’interdizione degli spostamenti sulle piccole due ruote dopo il tramonto.

Anche la velocità avrà delle restrizioni: 20 km orari, mentre 30 all’interno delle piste ciclabili o strade urbane.

In seguito all’alto numero di incidenti verificatisi, potrebbe essere obbligatoria una polizza assicurativa, anche quando l’uso è a noleggio.

Fino a febbraio scorso si contavano 25 incidenti molto gravi. In due occasioni furono mortali.

Ad altri 11 guidatori è toccata la prognosi riservata, mentre per 50 circa il periodo di guarigione è stato 40 giorni.

Tenendo conto anche della diminuzione del traffico, i dati diventano un segnale di pericolo. Così, in vista che i semafori si affollino di nuovo, le regole stradali sono in via di ridefinizione.