Home News Costituzione, tutte le proposte per la tutela dell’ambiente

Costituzione, tutte le proposte per la tutela dell’ambiente

CONDIVIDI

Si desidera inserire da anni in Costituzione la tutela dell’ambiente. Nelle commissioni sono diverse le proposte di legge in esame

Costituzione
Costituzione, tutte le proposte per la tutela dell’ambiente

Dopo i disastri ambientali da anni, tra l’altro, si discute della necessità dell’inserimento della tutela ambientale della Costituzione, copiando altri Paesi. Sono decenni che se ne discute ed ora visto che il tema è molto sentito, vediamo di tirare le somme.

Le varie proposte

Tutti ha avuto inizio 36 anni fa con la Commissione Bozzi, che voleva introdurre una previsione esplicita del diritto all’ambiente. Tutto nacque dalla sentenza di Cassazione, 5172 del 6 ottobre 1979, dove parlò del diritto alla salute non solo del singolo, ma anche come membro delle comunità che frequenta, parlando di un diritto all’ambiente salubre.

Ad onore del vero, prima della riforma del Titolo V della Parte seconda della Costituzione, si è introdotto nell’articolo 117 che ha introdotto la “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema”. Questa norma conferisce la competenza legislativa esclusiva allo Stato. Si tratta di un primo passo, ma non riconosce specificatamente un riferimento specifico all’ambiente nella Costituzione.

In via giurisprudenziale partendo dalla norma, la Corte costituzionale ha individuato la tutela dell’ambiente come valore costituzionale. Molte furono le sentenze, fino a quando non venne istituito il Ministero dell’Ambiente, sforzo del legislatore di dare un riconoscimento specifico alla salvaguardia dell’ambiente come diritto fondamentale della persona ed interesse fondamentale della collettività e di creare istituti giuridici per la sua protezione.

La proposte più recenti

La riforma costituzionale che è stata approvata in prima lettura è quella del 2003 in Senato. Aggiungeva il riferimento all’ambiente naturale come ulteriore oggetto da tutelare, unito ai già presenti paesaggio, patrimonio storico e artistico italiano. Durante il passaggio in Camera, subì tantissime modifiche e venen dimenticato con la fine della legislatura.

Attualmente ne sono in esame quattro presso la commissione Affari Costituzionali nel Senato. Si attende che la fine della discussione della manovra per calendarizzare la discussione di questi testi di testi bipartisan a firma di senatori di Leu, Pd, M5s ed Fi. Quella che ha dato il via alla discussione è di Loredana De Petris (Leu). Prevede una modifica dell’articolo 9 della Costituzione, aggiungendo all’elenco dei dirittii fondamentali tutelati dalla Repubblica con la formula

“tutela dell’ambiente e degli ecosistemi come diritto fondamentale della persona e della comunità, promuovendo le condizioni che rendono effettivo questo diritto”

Prosegue parlando del perseguimento del miglioramento della qualità dell’aria, acque, suolo e del territorio, oltre a proteggere la biodiversità ed il rispetto degli animali. La scelta della tutela ambientale è dettata da alcuni principi fondamentali del nostro ordinamento come quello di precauzione dell’azione preventiva e della responsabilità, provvedendo in modo prioritario a cercare di correggere i danni causati dall’ambiente.