Home News Turismo in Spagna, nuove regole e controlli per la sicurezza

Turismo in Spagna, nuove regole e controlli per la sicurezza

CONDIVIDI

Per il turismo in Spagna ci sono nuove regole e nuovi controlli per la sicurezza di tutti i cittadini. Ecco come ci si dovrà organizzare.

Turismo in Spagna, nuove regole e controlli per la sicurezza

Nuove regole per il Turismo in Spagna come da volere del Ministro della Sanità, per i controlli che dovanno essere svolti su tutti i viaggiatori.

Le nuove regole per andare in vacanza in Spagna

Come si evince da Il Fatto Quotidiano, ci sono nuove regole in merito a quello che i turisti dovranno fare una volta approdati in terra spagnola.

Dal 21 giugno sono stati aperti gli arrivi dai Paesi Schengen senza che nessuno debba sopportare i 14 giorni di quarantena. Madrid vuole dare una possibilità al turismo e all’economia colpita duramente dalla pandemia, aumentando la sicurezza ma concedendo a tutte le persone di ritornare nel Paese.

Il Ministero della Sanità ha disposto la misurazione della temperatura, la consegna di moduli dove si specifica il numero di telefono – la struttura dove si soggiorna e se hanno o meno già contratto il virus. Un documento che sarà obbligatorio per effettuare i vari spostamenti. Chiunque abbia sintomi o febbre, sarà sottoposto ad una visita medica al porto o all’aeroporto: in caso di positività al Covid o qualsiasi altra malattia infettiva la persona verrà spostata in una struttura sanitaria apposita immediatamente.

Il turismo estivo nel Paese, da sempre meta molto ambita, vede un boom in strutture lontane dall’assembramento con preferenza per Canarie e Baleari con numero di contagi molto più bassi in confronto ad altri posti. Qui sono state messe a punto norme fondamentali al fine di gestire i turisti e i residenti al massimo della sicurezza.