Home Spettacolo Rudy Zerbi aggredito in diretta, dopo gli schiaffi gli insulti del concorrente

Rudy Zerbi aggredito in diretta, dopo gli schiaffi gli insulti del concorrente

CONDIVIDI

Il celebre discografico italiano è stato pesantemente attaccato da un giovanissimo concorrente durante Tu sì que vales

Tu sì que vales rudy zerbi lite lucilio

Una vera e propria lite quella che si è configurata durante la prima puntata di Tu sì que vales: nel mirino di un concorrente è finito il giudice Rudy Zerbi.

Lo scontro brutale tra Rudy Zerbi e il concorrente

La prima puntata di Tu sì que vales è stata teatro di un brutale faccia a faccia tra il giovane Lucillio Jr. Zizzo e Rudy Zerbi. Prima gli schiaffetti sulla testa da parte dei Tip e Tap della scuderia Gerry Scotti poi un vero e proprio massacro di insulti del concorrente che Luccillio.

Il 24enne musicista si è presentato come compositore autodidatta assai prolifico. Il giovane, infatti, sostiene di aver scritto ben 322 brani al pianoforte in sei mesi.

Zizzo ha parla del suo talento con fare autoreferenziale, descrivendosi come un’icona dotata di capacità quasi fossero “doni dal cielo”.

Grandi aspettative, quindi, per i giudici, che però sono rimasti delusi dall’esibizione.

Volano insulti a Tu sì que vales: “Stai zitto! Non sei nessuno!”

Rudy Zerbi, in particolare, si è maldisposto di fronte alle parole del giovane e ha ironizzato dopo la sua esibizione.

A quel punto è avvenuto l’impensabile!

Lucillio, che già aveva dato segni di poca umiltà, ha confermato i sospetti, tuonando:

“Stai scherzando? Hai capito chi hai di fronte?.”

La replica del giudice non si è fatta attendere:

“Credo di sì, ma per educazione non parlo.”

Il concorrente non riesce a rimanere in silenzio e controbatte:

“Tu sei capace? Allora stai zitto.”

– sottolineando come Zerbi, secondo lui, “non è nessuno”.

Di fronte a quattro no dalla giuria, Lucillio avvisa:

“Me lo vado a prendere in America il successo.”

Nel mirino, però, c’è ancora una volta Rudy Zerbi:

“Ma tu sai suonare? Chi sei? Cosa hai fatto nella vita?”

Il clima è acceso in studio e tra lo sbigottimento generale dei conduttori e del pubblico il compositore si allontana portando a casa un insuccesso.