Home News “Troppo giovane per un ictus” Luke Perry la tragica verità dietro la...

“Troppo giovane per un ictus” Luke Perry la tragica verità dietro la sua morte

CONDIVIDI

Luke Perry, l’attore che ha fatto innamorare tante ragazze, non c’è più e la verità dietro la sua morte rende tutto ancora più triste

Luke Perry, la tragica verità dietro la sua morte

Luke Perry, l’attore di 52 anni che è deceduto nella giornata di ieri, lascia un profondo vuoto nella sua famiglia e a tutti noi fan. Ma cosa è successo veramente?

Il dolore di Luke Perry

Luke Perry non era solo il tenebroso Dylan McKay di Beverly Hills 90210 ma anche un grande attore e regista americano che ha incantato il grande schermo. Dotato di una grande anima verso la ricerca e padre amorevole.

Perry aveva trovato l’amore della sua vita in Minni Sharp – ex moglie – e nei suoi figli Jack (21 anni) e Sophie (18 anni), ovvero i suoi gioielli e grande orgoglio.

Il 28 febbraio alle ore 9.40, l’attore si è sentito male nella sua casa in California ed è stato immediato l’intervento da parte dei paramedici – come riferito dal sito TMZ.

La tragica verità sulla morte

L’attore americano è rimasto sotto osservazione per cinque giorni e sono in molti ad aver evidenziato che lui sin dal primo momento “non ci fosse più”, quasi come quell’ictus lo avesse stroncato sin da subito. 

Alcune fonti hanno riportato che Luke fosse vigile e non sedato, mentre la famiglia ha confermato la sua sedazione per tutta la durata della sua permanenza nell’ospedale.

Ieri, 4 marzo, Perry è mancato proprio a causa di quell’ictus che – secondo i medici – sarebbe sfociato a causa di altri problemi di salute legati all’attore stesso. Nonostante tutto, per ora, la famiglia non vuole dare ulteriori dettagli sulle condizioni dell’attore prima dell’ictus e i dubbi in merito sono molti.

Un altro dubbio emerge in merito alla richiesta fatta dai familiari verso gli amici e fan, chiedendo di non portare fiori ma di fare donazioni alla ricerca contro il cancro colorettale .

La paura dei fan è che l’attore fosse malato ma mai emerso, prima di questo tragico ultimo saluto.