Home Casi Treno deragliato a Lodi, le motivazioni del disastro dopo gli accertamenti: “Non...

Treno deragliato a Lodi, le motivazioni del disastro dopo gli accertamenti: “Non solo errore umano”

CONDIVIDI

Per il treno deragliato a Lodi continuano gli accertamenti per capire cosa sia accaduto: alla base sembra non ci sia solo un errore umano.

Treno deragliato a Lodi
Treno deragliato a Lodi

Non solo un errore umano per il treno deragliato a Lodi ma anche tecnico. Il disastro che ha portato via la vita ai due macchinisti è ora sotto la lente di ingrandimento.

Le motivazioni del disastro del Frecciarossa

Non ci sarebbe solo un errore umano dietro al tragico incidente del Frecciarossa, che ha portato via la vita ai due macchinisti Giuseppe Cicciù e Mario Dicuonzo.

Secondo quanto si evince anche da AdnKronos, in questi giorno sono in corso i rilievi per arrivare alla certezza di cosa possa essere accaduto quella mattina. Secondo i primi accertamenti sembra che dietro tutto questo non ci sia solo un errore umano ma anche un problema tecnico/elettrico.

L’inchiesta aperta si basa sull’accusa di disastro ferroviario colposo, lesioni multiple con iscrizioni all’interno del registro degli indagati sia degli operai che hanno svolto i lavori sullo scambio e la Rfi (come da legge 231 per la responsabilità amministrativa degli enti).

Gli accertamenti dei consulenti della Procura

La Procura di Lodi ha nominato due tecnici al fine di determinare le cause di questo terribile incidente. Il caposquadra e i quattro operai che hanno lavorato sullo scambio hanno evidenziato – durante l’interrogatorio con il pm – di aver effettuato semplici lavori di manutenzione. Non solo, sostengono anche di aver lasciato lo scambio dritto e scollegato alla rete.

Il Frecciarossa una volta che ha raggiunto il punto dell’incidente, non è riuscito a proseguire dritto proprio perché lo scambio non si è presentato in posizione corretta: questo punto avrebbe quindi fatto deragliare il mezzo.

Ma il secondo punto si porta alla centrale di Bologna che non avrebbe letto la posizione dello scambio errato ma bensì corretto. Come evidenzia FanPage attraverso una fonte:

“se la centrale di Bologna legge quel segnale corretto, c’è un problema elettrico paradossalmente potrebbe essere solo un errore”

Le indagini non si fermano per determinare le cause di questo terribile avvenimento.