Home News Trattenuta sulla pensione, un costo che può essere eliminato: come fare domanda

Trattenuta sulla pensione, un costo che può essere eliminato: come fare domanda

CONDIVIDI

Trattenuta sulla pensione: può essere eliminata?

Una lettrice di Letto Quotidiano ci ha domandato se la trattenuta sulla pensione, che rappresenta un costo che non tutti sanno di pagare, possa essere eliminato.

Prima di rispondere al quesito posto dalla nostra lettrice facciamo chiarezza su come viene tassata la pensione, quali sono le aliquote Irpef, le addizionali regionali e comunali che vanno a depurare l’importo lordo dell’assegno previdenziale.

Come lo stipendio, anche la pensione è tassata: sull’importo lordo dell’assegno previdenziale si applicano le aliquote Irpef più le addizionali regionali e comunali. Per i redditi inferiori agli 8.125,00€ non viene applicata alcuna tassa.

Sull’importo lordo della pensione si applicano le aliquote Irpef: in questo caso l’INPS sostituendosi all’Amministrazione fiscale effettua sulla pensione lorda una trattenuta mensile a titolo di imposta sul reddito delle persone fisiche.

Per quanto concerne l’assegno previdenziale la tassazione viene calcolata sulla base di aliquote proporzionali suddivise in scaglioni di reddito.

Alle aliquote Irpef si aggiungono le addizionali regionali e comunali che variano a seconda della zona di residenza.

Trattenuta sulla pensione: aliquote IRPEF sull’assegno previdenziale

Sull’importo della pensione si applicano le aliquote Irpef previste per il reddito da lavoro dipendente.

A seconda della fascia di reddito si applicano le seguenti percentuali:

  • da 0 a 8.125€: no tax area;
  • da 8.126€ a 15.000€: 23%;
  • da 15.001€ a 28.000€: 27% (della parte eccedente i 15.000 euro) alla quale si applica il 23% sotto ai 15.000 euro;
  • da 28.001€ a 55.000€: 38% (della parte eccedente i 28.000 euro) più 6.960€;
  • da 55.001€ a 75.000€: 41% (della parte eccedente i 55.000 euro) più 17.220€ (imposta dovuta per il reddito fino a 55mila euro);
  • oltre i 75.000€: 43% (della parte eccedente i 75mila euro) alla quale si aggiungono 25.420€.

Pensione: le aliquote regionali e comunali

Sulla pensione si applicano anche delle addizionali regionali e comunali a seconda della residenza del pensionato.

Le singole Regioni e Comuni decidono se applicare un’aliquota unica oppure se differenziarla a seconda della fascia di reddito.

Sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze è possibile consultare le aliquote comunali.

Trattenuta sulla pensione: modalità di disdetta

Come si può ben comprendere sulla pensione gravano dei costi di cui non tutti sono a conoscenza e possono essere disdetti con una semplice domanda.

L’INPS mette in evidenza le trattenute nel cedolino mensile, nella Certificazione Unica e nel provvedimento di liquidazione dell’assegno previdenziale.

Il modulo di disdetta della trattenuta sulla pensione è reperibile sul sito dell’INPS: ogni pensionato deve inviare una domanda firmata in cui si deve richiedere la revoca della trattenuta operata sulla sua pensione.

Alla domanda cartacea deve essere allegato il documento di riconoscimento in corso di validità.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”