Home Cronaca Arezzo, padre uccide la figlia di 4 anni e tenta il suicidio

Arezzo, padre uccide la figlia di 4 anni e tenta il suicidio

CONDIVIDI

Tragedia ad Arezzo: un padre uccide la figlioletta e tenta di gettarsi in un pozzo

Omicidio-tentato suicidio a Levane, in provincia di Arezzo: una bambina di 4 anni è stata uccisa con un coltello dal padre, che ha tentato il suicidio gettandosi in un pozzo.

La tragedia è avvenuta a Levane, frazione divisa tra il comune di Bucine e quello di Montevarchi, in provincia di Arezzo.

L’uomo, il padre della bambina uccisa, è un 39enne operaio originario del Bangladesh.

Al momento l’uomo sarebbe vivo ed è ricoverato all’Ospedale della Gruccia in Valdarno.

Sul luogo della tragedia sono intervenute le Forze dell’Ordine e il Pegaso del 118, che sono stati allertati da una richiesta di aiuto.

In casa le Forze dell’Ordine hanno trovato e soccorso immediatamente la mamma della bambina, in stato confusionale, e il fratellino più grande, ferito lievemente.

Entrambi sono sotto choc, ma non è chiaro se la bambina fosse già vittima di violenze e maltrattamenti in famiglia.

In questo periodo di lockdown e di isolamento forzato la tragedia che si è consumata ad Arezzo in Via Togliatti, a Levane, è solo una delle tante violenze domestiche.

 

Le notizie sono ancora frammentarie e in corso di aggiornamento.