Home News Tortolì, si è svegliata dal coma la mamma di Mirko Farci: non...

Tortolì, si è svegliata dal coma la mamma di Mirko Farci: non sa ancora che suo figlio è morto

Almeno per il momento, i medici non hanno ritenuto opportuno informarla sul terribile destino del ragazzo.

omicidio Mirko farci

Paola Piras si è svegliata dopo 40 giorni di coma nella terapia intensiva dell’ospedale Nostra Signora delle Mercede di Lanusei.

L’uccisione di Mirko Farci ed il ferimento della madre

Era la notte dell’11 maggio scorso quando Masih Shahid, 29enne di origini pakistane, ha ucciso il figlio della sua ex compagna e ferito gravemente anche lei.

L’uomo si è introdotto nell’appartamento di Paola Piras, 50 anni, e l’ha aggredita con un coltello.

Il figlio della donna ha provato a far ragionare Shahid, cercando di placare la sua ira, ma il 29enne ha continuato ad infierire.

Così Mirko Farci, 19 anni, ha provato a difendere la madre, ma è stato colpito da 17 coltellate, due delle quali all’addome. L’autopsia ha confermato che sono stati proprio quei due fendenti ad ucciderlo.

Di recente Masih Shahid era stato arrestato per maltrattamenti: per questo era stato destinatario di una misura di divieto di avvicinamento alla sua ex compagna.

Paola Piras si è svegliata

La madre del ragazzo, che è tuttora ricoverata all’ospedale Nostra Signora della Mercede di Lanusei, si è svegliata dal coma ed ha immediatamente chiesto notizie di suo figlio.

La donna non sa ancora che Mirko è morto per difenderla dalla furia del suo ex.

I medici hanno ritenuto opportuno accompagnarla gradualmente verso la verità. Paola Piras sarà seguita da un team di psicologi, che avrà l’arduo compito di raccontarle quanto accaduto a suo figlio.

La donna ha già subito tre delicati interventi chirurgici. Il timore dei medici è che possa peggiorare nuovamente se scoprisse la verità.

Lo scorso venerdì la scuola che Mirko frequentava gli ha consegnato un diploma postumo ed una targa, per ricordare il suo gesto eroico.

“GLI ABBIAMO DATO 100, PERCHÉ AVERE SALVATO LA VITA DELLA MADRE QUANTO PUÒ VALERE SE NON IL MASSIMO?”

ha spiegato il dirigente dell’Istituto Alberghiero Ianas, dove il 19enne studiava per diventare chef.

Leggi anche –> Ucciso per difendere la madre, diploma con il massimo dei voti a Mirko Farci: “È un eroe”