Home Consigli in Cucina Torta tenerina al caffè: morbidissima e leggerissima, si squaglia in bocca

Torta tenerina al caffè: morbidissima e leggerissima, si squaglia in bocca

CONDIVIDI

La torta tenerina al caffè è dolce di origine ferrarese umido, morbido, delizioso ed arricchito dalla nota decisa ed intensa del caffè.

Torta tenerina al caffè – iStock

Si tratta di una delizia dolciaria che si scioglie in bocca e che mette d’accordo tutti, sia i grandi che i piccini.

Conosciuta anche come “torta taclenta“, la torta tenerina al caffè è un dolce al cioccolato dalla consistenza morbida e dall’interno fondente.

Si tratta di una ricetta facile, che si prepara in appena 15 minuti e con pochi ingredienti: cioccolato fondente, zucchero, uova, margarina e pochissima farina.

Torta tenerina al caffè: origini e storia di questa prelibatezza dolciaria

Fonti autorevoli riportano che la torta tenerina al caffè sia una ricetta realizzata la prima volta agli inizi del Novecento in onore della Regina del Montenegro, moglie di Vittorio Emanuele III.

Si tratta di una squisitezza dolciaria senza lievito che si contraddistingue per la sua consistenza particolare e per la presenza di una crosticina esterna fragrante e ‘umida’ all’interno.

Conosciuta anche come “torta tacolenta” ovvero appiccicosa, la torta tenerina è una ricetta facile da preparare, che può essere servita con una spolverata di zucchero a velo.

Torta tenerina al caffè: il cioccolato è l’ingrediente può prezioso

L’ingrediente principe della torta tenerina al caffè è il cioccolato, che contiene una ricca gamma di antiossidanti, sostanze dalla preziosa funzione protettiva per l’organismo.

Il cioccolato al latte commerciale contiene burro di cacao, zucchero, latte e piccole quantità di cacao.

Al contrario, il cioccolato fondente ha quantità molto maggiori di cacao e meno zucchero rispetto al cioccolato al latte.

Il cioccolato contiene diversi composti che possiedono proprietà antiossidanti, come flavanoli e polifenoli. Gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi e prevengono lo stress ossidativo.

Lo stress ossidativo si riferisce al danno che una quantità eccessiva di radicali liberi può infliggere alle cellule e ai tessuti del corpo.

Lo stress ossidativo contribuisce al naturale processo di invecchiamento. Nel tempo, gli effetti dello stress ossidativo possono anche contribuire allo sviluppo di una varietà di malattie, come:

  • cardiopatia
  • diabete
  • morbo di Parkinson
  • morbo di Alzheimer
  • cancro.

Mangiare regolarmente cioccolato può aiutare a ridurre la probabilità di una persona di sviluppare malattie cardiache.

Alcuni dei composti del cioccolato, in particolare i flavanoli, influenzano due principali fattori di rischio per le malattie cardiache: ipertensione e colesterolo alto.

I flavanoli del cioccolato stimolano la produzione di ossido nitrico nell’organismo. L’ossido nitrico provoca la dilatazione o l’allargamento dei vasi sanguigni, il che migliora il flusso sanguigno e abbassa la pressione sanguigna.

Il cioccolato contiene anche alcuni composti, come i polifenoli e la teobromina, che possono abbassare i livelli di colesterolo delle lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) nel corpo e aumentare i livelli di colesterolo delle lipoproteine ​​ad alta densità (HDL).

I medici spesso definiscono il colesterolo LDL “colesterolo cattivo” e il colesterolo HDL come “colesterolo buono”.

Torta tenerina al caffè: tutto il gusto intenso del caffè

Il caffè è una potente fonte di antiossidanti salutari: gli scienziati hanno identificato circa 1.000 antiossidanti nei chicchi di caffè non trasformati e centinaia di altri si sviluppano durante il processo di tostatura.

Numerosi studi hanno citato il caffè come una delle principali fonti alimentari di antiossidanti.

La caffeina contenuta nel caffè sembra influenzare le particolari aree del cervello responsabili della memoria e della concentrazione, anche se non è chiaro per quanto tempo duri l’effetto o come possa variare da persona a persona.

Esistono diverse teorie su come il caffè possa aiutare a prevenire o proteggere dal declino cognitivo: la caffeina previene l’accumulo di placca beta-amiloide che può aiutare all’insorgenza e alla progressione dell’Alzheimer.

I ricercatori teorizzano anche che, poiché il consumo di caffè può essere associato a un ridotto rischio di diabete di tipo 2, riduce anche il rischio di sviluppare la demenza.

Ci sono alcune prove scientifiche che confermano che il caffè possa supportare la salute del cuore proteggendolo dai danni causati dall’infiammazione.

I polifenoli, sostanze fitochimiche antiossidanti presenti nel caffè, hanno dimostrato proprietà anticancerogene in diversi studi e si ritiene che aiutino a ridurre l’infiammazione che potrebbe essere responsabile di alcuni tumori.

Gli scienziati ritengono che il caffè possa essere utile nel regolarizzare il diabete in diversi modi:

  • aiutare il corpo a usare l’insulina e proteggere le cellule che producono insulina, consentendo un’efficace regolazione della glicemia;
  • prevenire danni ai tessuti;
  • combattere l’infiammazione, un noto fattore di rischio per il diabete di tipo 2. Un componente del caffè noto come acido caffeico si è rivelato particolarmente significativo nel ridurre l’accumulo tossico di depositi proteici anormali (fibrille amiloidi) riscontrati nelle persone con diabete di tipo 2.

Torta tenerina al caffè: gli ingredienti e la preparazione

Gli ingredienti per preparare la torta tenerina al caffè sono:

  • 250 grammi di cioccolato fondente;
  • 80 grammi di farina doppio zero;
  • 160 grammi di zucchero;
  • 100 grammi di margarina;
  • quattro uova;
  • una tazzina di caffè.

Preparazione

Per preparare la torta tenerina è necessario seguire questi steps:

  • tritare il cioccolato e fonderlo a bagnomaria insieme alla margarina,
  • trasferire il tutto in una ciotola capiente e lasciare intiepidire,
  • unire un tuorlo alla volta, il sale e metà dello zucchero. Lavorare il composto con le fruste elettriche,
  • unire la farina setacciata e amalgamare con una spatola. Montare gli albumi con lo zucchero restante,
  • versare il composto ottenuto all’interno di uno stampo a cerniera da 22 cm di diametro infarinato (oppure rivestito con carta forno),
  • livellare e cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 15-18 minuti. La torta tenerina non dovrà risultare troppo cotta all’interno, ma umida,
  • lasciare raffreddare completamente prima di sformare. Prima di servire spolverizzare con zucchero a velo.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”