Home Spettacolo Tina Cipollari, insulti al figlio sui social: “Mettilo a dieta”

Tina Cipollari, insulti al figlio sui social: “Mettilo a dieta”

CONDIVIDI

E’ bastato un scatto in famiglia di Tina Cipollari, per animare i commenti degli haters contro il figlio e il suo aspetto fisico

Tina Cipollari, insulti al figlio sui social: "Mettilo a dieta"

Tina Cipollari, volto di Uomini e Donne, si è trovata davanti ai commenti di alcuni haters che hanno preso di mira il figlio mentre erano in gita

Gli insulti degli haters

Non c’è mai pace su Instagram per gli haters che commentano tutti i post che vengono messi da celebrità e volti noti della televisione. Ultimamente poi sembra proprio una moda prendersela anche con i figli degli stessi, denigrandoli e offendendoli senza un perché.

Sappiamo bene che la Cipollari non sia molto social, tanto che spesso e volentieri si appoggia alla capacità di Gianni Sperti per fare video simpatici o foto ironiche. Nel suo ultimo post, Tina, appare sorridente e felice insieme a due dei suoi tre bambini in una gita ma l’attenzione di alcune persone è caduta su un dettaglio.

Sono molti gli utenti che infatti hanno criticato l’aspetto fisico di Tina e quello del figlio, invitandola a “metterlo a dieta” e altri commenti similari poco gentili. Sappiamo bene che l’opinionista di Uomini e Donne sia altamente ironica, ma questo non significa che si possa passare sopra a ogni esternazione.

La risposta di Tina Cipollari

Tina, dal canto suo, non ha commentato queste uscite poco gradevoli ma si è fatta scudo dai tantissimi messaggi arrivati dagli utenti che la sostengono e hanno risposto facendo le sue veci.

C’è però una critica mossa un po’ da tutti – ma non è da intendere come offesa bensì come invito – ovvero cambiare modo di vestire in durante le puntate. Da come vediamo dalle sue foto, lo stile della Cipollari è molto semplice e sportivo, mentre durante Uomini e Donne ha un look differente molto ricercato e particolare.

Secondo i suoi fan, il suo stile “di tutti i giorni” le sta molto meglio di quello adottato per lavorare.