Home Salute & Benessere I Tester cosmetici portano malattia: non devi MAI provarli, danni alla pelle...

I Tester cosmetici portano malattia: non devi MAI provarli, danni alla pelle irreparabili

CONDIVIDI

Il make up piace a tutte le donne e non solo. Ma non tutte sanno che non fanno assolutamente bene ad usare i tester cosmetici

Tester, perchè non provarli mai? Possono provoare malattie
Tester

I tester cosmetici – presenti nei negozi di bellezza – possono essere potenzialmente vettori di malattie. In primis, provando – ad esempio – lipstick, lipgloss e altri prodotti per le labbra si può facilmente contrarre l’herpes.

Malattie comuni dopo l’utilizzo dei tester

Ma quali sono le patologie che possono colpirci se facciamo uso di questi prodotti? Scopriamole insieme:

Herpes: Questo virus molto comune si diffonde principalmente per contatto pelle a pelle, baci e sesso, ma può anche essere trasmesso in goccioline di sudore, rilasciate da una persona infetta, su asciugamani, tazze, posate e, ovviamente, rossetto.

A livello globale, si stima che il 67% delle persone sia infetta dal virus Herpes simplex (HSV-1). È un nemico nascosto, però: una persona non deve, per forza, avere segni visibili del virus per diffondere l’infezione. Il virus vive nei tessuti facciali dove può disperdersi e diffondersi.

Non si presenta sempre sulla pelle come una vescica subito dopo che ha infettato una persona: infatti, può rimanere nascosto e apparire dopo alcuni mesi. Per questo motivo, è impossibile dire con certezza se l’herpes sia effettivamente stato contratto in una profumeria.

L’herpes provoca vesciche sulle labbra e intorno alla bocca che possono durare fino a dieci giorni. Rossetti e pennelli per il trucco che toccano queste parti del viso possono, quindi, diffondere l’infezione ad altre persone.

Fortunatamente, l’herpes è un virus fragile e – in genere – sopravvive fuori dal corpo solo per dieci secondi. Ma può sopravvivere più a lungo in ambienti caldi e umidi, come nel sudore. Può anche resistere tra le due e le quattro ore su plastica, cromo e acqua, quindi ci sono molti modi in cui il virus può diffondersi.

Non esiste una cura per un’infezione da herpes, sebbene siano disponibili trattamenti che riducono la durata dell’infezione.

Cecità irreversibile: I pennelli, gli applicatori per ombretti, gli eyeliner, i mascara, non solo abbelliscono gli occhi, ma possono causare irritazione e congiuntivite, causate da batteri e virus, incluso l’herpes simplex.

Gli studi hanno rivelato che il 43% degli eyeliner e degli scovolini per mascara contengono contaminanti e provocano irritazione agli occhi, provocando quello che viene definito anche “occhio rosa”.

I sintomi dell’occhio rosa comprendono arrossamento, secrezione acquosa e, in casi estremi, cecità irreversibile.

Le ciglia non sono solo lì per farci sembrare belle, servono a bloccare lo sporco e i batteri e l’uso di prodotti sugli occhi può causare contaminazione del prodotto. Con il tempo, i batteri possono accumularsi nel contenitore cosmetico aumentando il rischio di infezione agli occhi ogni volta che il prodotto viene utilizzato.

Mantieni sempre puliti i tuoi prodotti cosmetici e, se possibile, usa singoli applicatori. Non condivideresti lo spazzolino con estranei, quindi perché fare un’eccezione con i tuoi cosmetici?

Tester cosmetici, consigli per provarli in maniera sicura

Dal momento che alcuni prodotti hanno maggiori probabilità di ospitare batteri, non tutti i tester del trucco comportano pari rischi.

Alcuni prodotti sono più sicuri di altri: Meglio evitare di testare rossetti, balsami e illuminanti poiché le loro superfici emollienti intrappolano i germi.

I prodotti più pericolosi da provare sono rossetti, lucidalabbra e mascara poiché coinvolgono occhi e bocca (e potenzialmente gli occhi e le bocche degli estranei) e possono facilmente lasciarti un’infezione. I correttori e gli illuminanti seguono la stessa logica e possono scatenare dei brufoli.

Evita di provare i prodotti sul viso: Per ridurre drasticamente il rischio di infettarsi, non usare il tester sul viso: usa sempre la mano o il polso per lo swatch.

Per ottenere la migliore corrispondenza cromatica senza mettere un prodotto sulle labbra, provalo sul palmo, non sul dorso della mano poiché il palmo ricorda il colore delle labbra più del dorso della mano stessa.

Sapere come pulire correttamente un prodotto prima e dopo il test: Quando hai davvero bisogno di provare qualcosa, l’alcol è il tuo migliore amico. Dovresti usarlo per pulire tutto prima e dopo averl testato il prodotto. Sì, anche polveri e palette. Nebulizzando il prodotto sui cosmetici, infatti, si va ad ucicdere gran parte dei batteri.

I negozi di trucco hanno in dotazione l’alcol, pertanto va spruzzato sulla palette e, con un batuffolo di cotone, si strofina: dopo ciò puoi usarlo sulla mano per vedere il colore. Ripeti la stessa procedura quando hai finito.

Con il rossetto, usa un processo simile. Pulisci la superficie del rossetto con spray alcolico, asciuga con un fazzoletto di carta, quindi applicalo.

Non avere paura di chiedere nuovi tester: Per cose che non puoi pulire (mascara, lucidalabbra, basi liquide) e assolutamente da provare, chiedi un nuovo tester.

Presta attenzione quando ti stai truccando: Non sempre i professionisti fanno attenzione alle regole di igiene quando truccano una cliente. Se, ad esempio, vedi pennelli sporchi, non farti truccare. Gli strumenti di lavoro vanno puliti e organizzati.

L’uso dell’alcool per pulire le parti superiori di rossetti e altri prodotti emollienti è fondamentale prima di utilizzare un pennello pulito o un dito pulito per applicare il prodotto.

Lo stesso vale per le labbra e gli eyeliner (oltre a usare un temperino igienizzato per affilare le matite). Infine, assicurati sempre che il truccatore si lavi o igienizzi le mani prima di applicare qualsiasi prodotto.