Home Salute & Benessere TEST: vedi la forchetta o le bottiglie? Cosa svela sul tuo modo...

TEST: vedi la forchetta o le bottiglie? Cosa svela sul tuo modo di essere

CONDIVIDI

Un test semplice che in poche mosse vi svelerà il vostro modo di vedere la realtà: forchetta o bottiglie? Rispondi di istinto.

Vi basta una semplice occhiata per fare una scelta: forchetta o bottiglie? Questo test visivo può e sa dire tanto sulla nostra personalità. Mettetevi alla prova.

TEST: forchetta o bottiglie?
L’immagine è molto semplice: sagome bianche su uno sfondo nero che crea un’immagine principale che nasconde all’interno altre figure.

TEST: cosa ti salta all’occhio? Forchetta o bottiglie?

Un test molto particolare quello che vi proponiamo oggi. Vi permetterà di indagare a fondo sulla vostra personalità. C’è chi si ferma alla superficie e chi scova, quasi in maniera inconsapevole dettagli e particolari che sono attraverso uno sguardo più analitico possono saltare fuori.

Con una semplice scelta potrete scoprire quali sono le vostre vere caratteristiche positive e quali invece quelli negative.

Forchetta o le bottiglie? Fate la vostra scelta

In base a ciò che vi salta prima all’occhio potete scegliere il primo o il secondo profilo. Si tratta, ovviamente, di due categorie generiche che riescono però a mettere in luce alcune specifiche caratteristiche caratteriali.

La forchetta: chi ha notato prima questa figura è una persona affidabile e dalla grande generosità e gentilezza nei modi. Chi vi conosce sa che può contare sempre sul vostro aiuto incondizionato anche se questo comporta talora, per voi, alcuni effetti collaterali.
Non vi deprimete e cercate di tenere sempre il sorriso, anche nelle avversità.

Le bottiglie: chi ha visto le bottiglie è dotato di un profondo senso d’altruismo. Non potete fare a meno di aiutare gli altri, soprattutto quando si trovano in difficoltà estreme. Siete persone che agiscono d’istinto e non riflettono sempre sufficientemente perché siete mossi dall’ardente passione in tutto ciò che fate.

Ciò, a volte, vi provoca dei problemi ed è per questo che prima di pronunciarvi dovreste imparare a contare fino a 10. C’è chi vi giudica noiosi ma solo perché si ferma al lato più superficiale della vostra eclettica personalità.