Home News Taranto, le terribili polveri tossiche dell’ex ILVA: che cosa è accaduto

Taranto, le terribili polveri tossiche dell’ex ILVA: che cosa è accaduto

CONDIVIDI

Non c’è pace per Taranto, dove il maltempo ha messo in moto le polveri tossiche dell’acciaieria ex ILVA, avvolgendo tutta la città in una nube rossa.

taranto polveri tossiche

A Taranto è arrivato il maltempo ma ha contribuito all’inquinamento riempendo la città di polveri tossiche. Dall’ acciaieria si sono alzate molte polveri, avvolgendo la città in una gigantesca nube rossa

L’inquietante nube rossa

Il maltempo dal nord Italia si è spostato verso sud, portando forte vento e pioggia battente anche a Taranto. Ciò che rende quest’avvenimento molto particolare e nello stesso tempo inquietante è il fatto che il vento spirando ha sollevato le polveri dell’ex Ilva. La città è stata avvolta da una spessa nube rossa, visibile soprattutto nel quartiere Tamburi.

Nel frattempo ci si chiede che fine farà il materiale contenuto nella nuvola, una volta che si sarà posata e quale sarà il danno provocato.

Pubblicato da Michele Tedesco su Sabato 4 luglio 2020

Le opinioni dei tarantini

Sui social la notizia sta diventando virale, al punto che si perde il conto dei post, foto e video riguardo questa avvenimento. Non è la prima volta che accade questo problema con le coperture dei parchi minerali considerate ormai inadeguate.

Sono migliaia le segnalazioni ed i post che so o si inseguono. Uno youtuber e personaggio televisivo ha deciso di sfruttare la propria notorietà, stiamo parlando di Alessio Giannone, noto anche con lo pseudonimo di Pinuccio:

“Immaginate di guardare il cielo con paura , che quelle strane nuvole vi fanno stringere il cuore, vi fanno sentire colpevoli di qualcosa di cui non avete colpa. Nessuno tranne i tarantini può spiegare il mix di sensazioni che si prova. Noi possiamo informare, insistere nel raccontare e la politica dovrebbe fare qualcosa. Ma questo ultimo passaggio manca, manca da troppo tempo, anzi forse non c’è mai stato.”