Home Cronaca Taranto, dirigente Asl festeggia in ufficio e scopre di essere positivo: 40...

Taranto, dirigente Asl festeggia in ufficio e scopre di essere positivo: 40 in isolamento

CONDIVIDI

Quello di Taranto è il secondo caso dopo quello della festa al Policlinico di Bari, cui hanno preso parte 12 medici ed 8 infermieri del reparto pediatrico.

dirigente asl festeggia reparto
Medici – Fonte: Pixabay

L’isolamento è scattato per 40 dipendenti in servizio nell’azienda in cui il dipendente è risultato positivo al covid.

La festa al Policlinico di Bari

Hanno fatto festa nel reparto pediatrico. È per questo che ora 12 medici ed 8 infermieri del Policlinico di Bari sono stati posti in quarantena, dopo che un medico è risultato positivo al coronavirus.

È così scattato l’isolamento per i colleghi, oltre ai tamponi per gli operatori che hanno preso parte ai festeggiamenti.

I partecipanti erano quasi tutti senza mascherina, né distanziamento. La direzione sanitaria dell’ospedale pugliese ha quindi chiesto al responsabile dell’unità operativa pediatrica una relazione per accertare se, al mancato rispetto delle regole, si debba aggiungere anche un’interruzione del servizio pubblico.

Se fosse accertata questa seconda eventualità, medici e sanitari coinvolti potrebbero incorrere in una responsabilità di natura penale e non più solo disciplinare.

Festa all’Asl di Taranto

Dopo quello del Policlinico di Bari, è scoppiato un nuovo caso all’Asl di Taranto. Un dirigente dell’Azienda sanitaria locale, infatti, avrebbe festeggiato il compleanno in azienda.

Come riferisce anche La Repubblica, il dirigente è risultato poi positivo al coronavirus, quindi per i dipendenti che hanno preso parte ai festeggiamenti è scattato l’isolamento obbligatorio.

La festa risale ai primi giorni del mese, quando l’alto dirigente ha organizzato il compleanno con i colleghi dell’Asl, bypassando tutte le misure di sicurezza, come avvenuto al Policlinico di Bari.

“I medici sono i primi a dover dare l’esempio nell’indossare correttamente le mascherine, mantenere il distanziamento sociale e igienizzarsi le mani”

ha detto il presidente dell’Ordine dei medici di Bari, Filippo Anelli, in riferimento ai fatti avvenuti qualche settimana fa nel capoluogo pugliese.