Home Cronaca Taranto, azzannata dal rottweiler del figlio: donna perde una gamba

Taranto, azzannata dal rottweiler del figlio: donna perde una gamba

CONDIVIDI

Le sue condizioni di salute sono considerate ancora molto gravi. A lanciare l’allarme è stato un vicino di casa, messo in allerta dalle sue urla.

donna azzannata cane figlio

Il cane che l’ha aggredita è di proprietà del figlio, ma era abituato alla presenza della donna, che vive insieme al giovane.

Donna azzannata dal cane del figlio

Era in casa con i due rottweiler di proprietà del figlio, quando uno dei due animali, non si sa bene per quale motivo, l’ha azzannata alla gamba.

Vittima dell’aggressione una donna di 73 anni di Marina di Ginosa, in provincia di Taranto.

Come riferisce anche Fanpage, a chiedere aiuto è stato un vicino di casa, che ha assistito all’aggressione ed ha allertato il figlio della donna.

Il giovane è riuscito a liberare la madre dalla morsa del cane, ma la violenza con cui l’animale l’ha aggredita è stata tale da rendere necessaria l’amputazione della gamba.

Condizioni critiche

Trasferita d’urgenza all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, la 73enne è stata sottoposta ad un intervento chirurgico, che però non è bastato a salvarle la gamba.

L’animale le ha rotto l’osso della caviglia e solo l’intervento del figlio è riuscito a salvarle la vita.

Intanto, si sta cercando di capire quale sia la dinamica dei fatti e come mai il rottweiler abbia aggredito la donna.

Il cane di proprietà del figlio era abituato alla presenza in casa della 73enne, perché vivono insieme nello stesso appartamento.

Sul posto sono intervenute anche le guardie zoofile di Fareambiente. L’animale è stato chiuso in un recinto e si dovrà ora decidere quale sarà il suo destino.

Intanto, le condizioni della 73enne risultano ancora molto critiche, perché la ferita provocata dall’aggressione dell’animale è stata molto profonda.

A salvarla è stato certamente l’allarme lanciato dal vicino di casa, che ha chiamato il figlio, intervenuto dopo pochi minuti.