Home News Tar dà ragione a De Luca: sospesa la didattica in presenza

Tar dà ragione a De Luca: sospesa la didattica in presenza

CONDIVIDI

Il braccio di ferro tra De Luca e la diatriba in corso sulla presenza a scuola è terminato con la decisione del Tar: l’attività didattica in presenza resta sospesa.

Il Tar da ragione a De Luca, in Campania l'attività didattica in presenza rimane sospesa
Il Tar da ragione a De Luca, in Campania l’attività didattica in presenza rimane sospesa

Resteranno chiuse le scuole in Campania, il governatore De Luca ha avuto l’assenso del Tar: nessuna attività didattica si potrà svolgere in compresenza, ma solo a distanza.

TAR Campania respinge i ricorsi

Chi si aspettava un ritorno a scuola degli alunni si è dovuto ricredere, il Tar Campania in un ordinanza ha confermato quanto stabilito dal governatore De Luca.

Di fatto nell’ordinanza regionale n.79/2020 viene disposto che prosegua lo svolgimento dell’attività didattica “a distanza“.

Inoltre, come riportato dal comunicato stampa della regione, viene  chiarito come la Regione abbia documentato in maniera esauriente, quanto fosse necessario prendere le misure precauzionali, come quelle adottate.

In tal modo il Tar tutela in massima parte l’interesse pubblico che:

“espressamente affonda nell’esigenza di tutelare il diritto  primario alla salute”.

I motivi del ricorso dei genitori

La polemica era nata a seguito della chiusura delle scuole, dettata dalle esigenze di arginare i possibili contagi all’interno delle aule scolastiche.

Nel ricorso presentato dai genitori venivano esposte le ragioni e le richieste di un ritorno alla “normalità”, motivato con il danno, che l’azione aveva comportato.

Nel ricorso di parla di

danno grave e irreparabile e di lesione del diritto all’istruzione degli stessi figli“.

Al momento la chiusura delle scuole partita dall’ordinanza di giovedì 15 ottobre, vede la chiusura delle attività didattiche in compresenza per 15 giorni.

Secondo quanto riportato da Orizzontescuola:it,i, il Tar Campania ha fissato per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 17 novembre.

E’ prevista per il 21 ottobre, giorno dell’entrata in vigore del Dpcm, la firma della nuova ordinanza da parte del governatore della regione.

De Luca firmerà una nuova ordinanza con lo stop alla didattica in presenza nelle scuole elementari, medie e superiori della Campania.

L’ordinanza dovrebbe essere pubblicata su Bollettino ufficiale della Regione Campania nei prossimi giorni.