Home News Spremuta di arancia fresca, cosa succede se la bevi tutti i giorni...

Spremuta di arancia fresca, cosa succede se la bevi tutti i giorni per un mese

CONDIVIDI

Iniziare la giornata con un buon succo d’arancia è una sana abitudine che apporta svariati benefici al nostro organismo. Scopri cosa succede se lo bevi tutti i giorni per un mese.

Il succo d’arancia non è solo ricco di vitamina C: vediamo quali sono tutte le proprietà di una buona spremuta e come preparane una in modo facile e veloce.

Come preparare un ottimo succo d’arancia in casa

È quasi inevitabile, quando si pensa ad una colazione gustosa e genuina, che la mente ci porti ad una bevanda che è un vero toccasana per il nostro organismo.

La spremuta di arancia è una bevanda da preparare facilmente a casa. Un concentrato di vitamine e gusto che aiuta a mantenersi in forma, senza rinunce.

La stagione delle arance è una di quelle più lunghe, quindi è possibile trovarne fino alla primavera. È sempre bene consumare frutta e verdura di stagione a tavola, a prescindere dall’uso che se ne faccia.

Per preparare una buona spremuta si può utilizzare un premiagriumi elettrico o manuale, il risultato ottenuto sarà lo stesso.

L’unica accortezza da avere è quella di consumare immediatamente il succo, per evitare che le proprietà di cui è ricca non vadano a scemare con il passare del tempo.

I benefici della spremuta d’arancia se la bevi per un mese

Quando si pensa al succo d’arancia è più che naturale collegare questa bevanda alla vitamina C. Le proprietà di una buona spremuta però sono molteplici.

Innanzitutto, stimola il metabolismo ed aiuta la digestione, contrastando le ulcere. Inoltre aiuta a regolarizzare la funzionalità intestinale, aiutando sia nei casi di diarrea che di stitichezza.

Essendo un frutto poco zuccherino, aiuta anche a normalizzare i livelli di zucchero nel sangue, quindi si rivela ottima anche per chi soffre di diabete.

Aiuta a contrastare anche i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento, oltre ad apportare numerosi benefici alle articolazioni e quindi consigliata a chi soffre di artrite.

Infine aiuta i soggetti allergici a contrastare le difficoltà respiratorie, rilasciando l’istamina.