Home News Limite pagamento contanti 2000 euro: cosa succederà dal primo luglio?

Limite pagamento contanti 2000 euro: cosa succederà dal primo luglio?

CONDIVIDI

Stretta sui contanti in arrivo: soglia massima fino a 2000 euro da luglio

Dal primo luglio 2020 entrerà in vigore il nuovo limite per il pagamento in contanti: la nuova soglia massima è di 2.000 euro, ma è destinata a diminuire a 1.000 euro da gennaio 2022.

Nel caso in cui vengano superati i seguenti limiti, scatterebbero sanzioni esose, anche fino a 50.000 euro per transazione.

Per combattere l’evasione fiscale ed incentivare la moneta elettronica è stata stabilita la nuova soglia per il pagamento in contanti nel Decreto n. 124/2019 collegato alla Legge di Bilancio: la previsione normativa contenuta nel decreto Fiscale si inserisce in un ampio quadro di misure antievasione che il Governo Conte ha messo tra le priorità della propria Agenda.

Inoltre, l’emergenza sanitaria Covid-19 ha stimolato il ricorso ai pagamenti tracciabili, oltre che stimolare la modernizzazione della società e dell’economia.

È stato il Premier Conte a volere le misure per stimolare gli italiani a usare di meno il contante e di più la moneta elettronica (carte di credito, bancomat, bonifico bancario).

Stretta sui contanti dal 1° luglio 2020: importo, sanzioni e novità

Il limite all’uso dei contanti a partire dal 1° luglio 2020 è pari a 2.000 euro, salvo per il money transfer, la cui soglia massima rimane fissata a 1.000 euro.

La nuova soglia comporta che:

  • fino a 1.999 euro è possibile trasferire in contanti ad un’altra persona/azienda;
  • dai 2.000 euro è necessario utilizzare strumenti tracciabili (bonifico bancario, carta di credito, ecc.) per poter trasferire fondi monetari.

Nel caso in cui si violi il limite dei 2000 euro le sanzioni sono state riformate dal D.Lgs. 90/2017:

  • Soglia limite pagamento contanti 2020 fino a 250.000 euro la sanzione irrogata va da 2.000 a 50.000 euro,
  • Soglia limite pagamento contanti 2020 oltre i 250.000 euro la sanzione irrogata va da 15.000 a 250.000 euro.

Stretta sui contanti: dal 2022 l’importo massimo sarà 1.000 euro

Un’ulteriore stretta sui contanti è prevista dal 2022, quando il limite sarà dimezzato e passerà a 1.000 euro.

Se fino al 30 giugno 2020 si potrà pagare in contanti fino a 3.000 euro; dal 1° luglio 2020 scatterà la nuova soglia fissata a 2.000 euro.