Home Casi Strage di Erba, Azouz confessa: “Rosa e Olindo? Io so chi ha...

Strage di Erba, Azouz confessa: “Rosa e Olindo? Io so chi ha ucciso tutti”

Riflettori accesi sulla strage di Erba con la “confessione” di Azouz che scagiona Rosa e Olindo, condannando un’altra persona

Strage di Erba
Strage di Erba

Azouz Marzouk ha deciso di parlare e dire la sua versione dei fatti, chiedendo che Rosa e Olindo vengano scarcerati in quanto innocenti. Vediamo insieme i dettagli.

La richiesta di scarcerazione per Rosa e Olindo

Azouz Marzouk è l’uomo che si è visto portare via la moglie e il figlio da qualcuno, che ha avuto una furia omicida nei loro confronti senza pari. Una strage – quella di Erba – che ancora oggi divide il popolo italiano su chi crede nell’innocenza di Rosa e Olindo e chi invece nella loro colpevolezza.

Un omicidio ben pensato che ha coinvolto sin troppe persone di quel piccolo palazzo, lasciando una scia di sangue più grande di quanto forse l’omicida aveva preventivato. Ma la persona che crede nell’innocenza dei due coniugi è proprio il protagonista della storia, che rilascia una dichiarazione importante. 

La “confessione” di Azouz sull’omicidio

Durante una sua intervista a Telelombardia – e come riporta Adnkronos, Azouz ha dichiarato di conoscere il killer di sua moglie e di suo figlio:

“ora so chi li ha uccisi, ed è una persona che conosco”

Evidenziando quindi che Rosa e Olindo non dovrebbero stare in carcere, per un delitto mai compiuto. Per questo motivo l’uomo ha firmato il sollecito per la richiesta di revisione del processo al fine che si possa far luce sulla vicenda.

Dichiara inoltre che, secondo lui, i veri colpevoli sono entrati al processo come testimoni e rileggendo le carte si potrebbe arrivare alla verità:

“e’ una mia idea e ho detto tutto al mio avvocato”

Si batte inoltre sulla questione degli elementi, sottolineando che durante le indagini non sono state effettuati alcuni passaggi importanti:

“le registrazioni delle telecamere di sorveglianza, le intercettazioni”

Tutti elementi che porterebbero verso il vero killer, che aveva un interesse ben definito per uccidere sia la moglie e sia il figlio.