Home News “Caro Salvini, anche noi siamo famiglia”: la storia di Luca, papà (single...

“Caro Salvini, anche noi siamo famiglia”: la storia di Luca, papà (single e gay) della piccola Alba

CONDIVIDI

Luca Trapanese ha indirizzato un lungo post al leader della Lega, che, ospite a Domenica Live, è tornato a parlare di famiglia.

la storia di Luca Trapanese

La bambina, che questo giovane papà ha accolto nella sua casa, aveva soltanto 30 giorni quando la mamma l’ha abbandonata in ospedale.

Le parole di Luca Trapanese

“Matteo Salvini ospite a Domenica Live di Barbara d’Urso ha parlato ancora una volta di famiglia, come la intende lui e cioè quella composta da un padre e una madre, toccando anche il tema delle adozioni per le coppie omosessuali“.

Inizia con queste parole il lungo post di Luca Trapanese, papà della piccola Alba, una bambina dolcissima con la sindrome di down.

Rifiutata da 7 famiglie, Alba era stata abbandonata dalla madre quando aveva soltanto 30 giorni.

Quando a Luca, 40enne single e gay, è stato proposto di adottarla, non ci ha pensato su neppure un istante.

Così il tribunale ha deciso che Luca potesse essere suo padre, valutando la sua situazione economica e la casa che poteva offrirle.

“Chi conosce la mia storia sa che non ho mai giudicato la madre naturale di Alba per averla lasciata in ospedale. Alba, meravigliosa bambina con la sindrome di Down l’ho adottata io: maschio, single e gay. Il mio è stato un sì incondizionato”

prosegue ancora il post.

Le parole per Matteo Salvini

“Vorrei dire a Matteo Salvini che alla base della famiglia non c’è il sesso delle due figure genitoriali, ma la qualità del rapporto, che significherà il miglior accudimento possibile ai figli. Caro Matteo, io e Alba saremmo felici di averti ospite a casa nostra, vorremo farti conoscere la nostra vita, ma soprattutto ci terrei a farti respirare l’atmosfera che la riempie. Sono sicuro che quando andrai via, chiudendoti la porta alle spalle, ti domanderai cosa manca alla famiglia di Luca e Alba e ti risponderai: niente”.