Home Spettacolo Stefano D’Orazio, la verità choc sulla morte: ‘Stava male da tempo’

Stefano D’Orazio, la verità choc sulla morte: ‘Stava male da tempo’

CONDIVIDI

A pochi giorni dalla scomparsa di Stefano D’Orazio, la moglie rivela i retroscena della malattia che ha portato al decesso del batterista.

stefano d'orazio moglie

Parla la moglie di Stefano D’Orazio, che ha pronunciato parole struggenti, che hanno colpito i fan del batterista dei Pooh.

Il vuoto incolmabile lasciato da Stefano D’Orazio

Siamo ancora tutti addolorati per la terribile perdita di Stefano D’Orazio, il batterista dei Pooh recentemente scomparso a causa del Covid-19.

D’Orazio ha vissuto parte della sua vita in compagnia di Tiziana Giardoni, sua compagna da prima del 2007 e moglie dal 12 settembre del 2017.

La donna che lo ha supportato negli ultimi anni della sua vita, di recente, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni, che hanno chiarito i retroscena del decesso prematuro del celebre batterista.

Le dichiarazioni della donna hanno sconvolto i fan di D’Orazio, che non si aspettavano un racconto così straziante da parte della Giardoni.

Le parole struggenti della moglie

A pochi giorni dalla morte di Stefano D’Orazio, prende la parola la moglie Tiziana Giardoni, che ha voluto mettere a tacere qualsiasi tipo di speculazione sulla scomparsa dell’artista e ha voluto anche parlare a cuore aperto con i fan.

Rivelando le ragioni che avrebbero portato Stefano al decesso, la donna ha dichiarato:

“Le sue difese immunitarie erano già compromesse. Si trovava a rischio per qualsiasi tipo di infezione. Era malato da tempo, ma si stava riprendendo. Faceva leggeri esercizi fisici mattutini. Ma una notte gli è salita la febbre.”

Poi i medici gli hanno diagnosticato il Covid-19. La famiglia era sconvolta, nessuno aveva idea di come avesse potuto prenderlo.

“Non usciva mai di casa. Non voleva rischiare, perché aveva le difese immunitarie basse. Forse sono stata io: uscivo per fare delle commissioni. Il mio tampone però è negativo.”

Dopo il ricovero, Stefano è rimasto solo. Nessuno gli è stato accanto negli ultimi momenti né ha potuto dargli l’ultimo saluto mentre spirava.