Home News Stadi e discoteche restano chiusi fino al 7 ottobre: Conte firma il...

Stadi e discoteche restano chiusi fino al 7 ottobre: Conte firma il nuovo DPCM

CONDIVIDI

Ieri a mezzanotte è entrato in vigore il nuovo DPCM che mantiene tutti i divieti in atto: stadi, locali da ballo e discoteche restano chiusi per altri 30 giorni, fino al 7 ottobre.

nuovo DPCM

Il Governo ha precisato di non aver mai autorizzato alcuna riapertura delle discoteche, ma l’apertura è potuta avvenire soltanto grazie a disposizioni emanate da alcune Regioni.

Il Governo Conte è intervenuto immediatamente a richiuderle quando si sono rivelate focolai di contagi.

E’ confermato l’inizio dei campionati senza la presenza del pubblico negli stadi e restano obbligatorie le mascherine nei luoghi chiusi e, all’aperto, quando non è assicurato il distanziamento sociale.

Per quanto concerne i trasporti pubblici è confermata la capienza all’80% delle possibilità.

Nuovo DPCM, prorogate le misure anti Covid

Pertanto, le misure anti Covid contenute nel Dpcm del 7 agosto scorso sono state prorogate per altri 30 giorni, fino al 7 ottobre.

È quanto dispone il Dpcm siglato dal Presidente del Consiglio e atteso sulla Gazzetta Ufficiale.

Prorogate le misure di sicurezze che si seguono dall’inizio dello stato di emergenza:

  • utilizzo della mascherina nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico e in tutti i luoghi in cui non sia possibile garantire il mantenimento del distanziamento,
  • distanziamento di un metro,
  • igiene delle mani.

Nuovo DPCM firmato da Conte: via libera a ricongiungimento coppie

Tra le poche novità previste nel nuovo Dpcm siglato dal Governo Conte c’è l’autocertificazione per l’ingresso in Italia provenienti da Paesi “off limits” per attestare che si risiederà presso una persona, «anche non convivente».

Gli Stati per cui era vietato l’ingresso in Italia sono: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Serbia, Colombia.

Per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna deve fare obbligatoriamente il tampone.

Nuovo DPCM, bus e metro pieno all’80% della capienza

Nel DPCM siglato da Conte entrano in vigore nuove regole sulla capienza di bus, metro e treni regionali che potranno essere riempiti fino all’80%.