Home Cronaca Sindacalista travolto e ucciso a Novara, parla la compagna del camionista: “Alessio...

Sindacalista travolto e ucciso a Novara, parla la compagna del camionista: “Alessio non è un assassino”

La giovane ha parlato di un drammatico incidente, costato la vita al 37enne Adil Belakhdim.

sindacalista ucciso da un camion

Alessio Spaziano, il 25enne del casertano alla guida del tir, è stato posto agli arresti domiciliari.

Sindacalista investito e ucciso da un camion

Lo ha investito con il camion con cui stava effettuando delle consegne di lavoro e per la vittima non c’è stato nulla da fare. È l’ennesima tragedia sul lavoro, avvenuta venerdì scorso a Biandrate, provincia di Novara.

Un sindacalista di 37 anni, Adil Belakhdim, è morto investito da un tir.

La vittima, che da tempo coordinava il gruppo interregionale dei Sìcobas, stava partecipando ad una manifestazione davanti ai cancelli della Lid di Biandrate, quando è avvenuta la tragedia.

Allertati i soccorsi, per il 37enne, che lascia una moglie e due figli adolescenti, non c’è stato nulla da fare.

Ad investirlo un giovane di 25 anni del casertano, Alessio Spaziano, che è fuggito con il camion.

Dopo qualche chilometro, si è fermato ed ha raccontato l’accaduto ad un amico poliziotto, che gli ha consigliato di consegnarsi immediatamente.

Così Spaziano ha allertato le forze dell’ordine e si è consegnato alla Polizia.

Per lui il gip ha disposto gli arresti domiciliari.

Leggi anche –> Novara, sindacalista travolto e ucciso da un camion durante manifestazione: fermato il conducente

Le parole della compagna

La compagna di Spaziano ha raccontato la sua verità su quella drammatica mattina.

“La verità è che stiamo vivendo una doppia disgrazia, ma Alessio non è un assassino. È stato un drammatico incidente”

ha raccontato la giovane.

La coppia, che ha due bambine di 4 anni e 10 mesi, vive in un paesino dell’alto casertano.

“Alessio è un grande lavoratore, ha fatto tanti lavori. Anche lavori umili, perché quello che gli interessava era solo guadagnare onestamente lo stipendio. Una vita di sacrifici per guadagnarsi il pane e mantenere le nostre due bambine”

prosegue il racconto della compagna del camionista a Tgcom24.

Alessio Spaziano è accusato di omicidio stradale e resistenza.