Home News Erano considerati patogeni poco “rilevanti”, ora si ricerca un vaccino contro tutti...

Erano considerati patogeni poco “rilevanti”, ora si ricerca un vaccino contro tutti i coronavirus

Per anni sono stati i responsabili di quello che viene considerato il più delle volte un male di stagione, il raffreddore.

Alla ricerca del vaccino contro tutti i coronavirus.

Dal raffreddore alla pandemia, i volti di un agente patogeno.

Un vaccino per tutti i coronavirus

Con il dilagare del contagio di Sars e Mers, ma principalmente a causa della pandemia di Covid-19, il modo di approcciarsi a questo patogeno è cambiato totalmente.

Come riferisce Fanpage, i coronavirus sono stati a lungo ritenuti come degli agenti patogeni clinicamente poco significativi, essendo questi in passato gli artefici di semplici raffreddori.

Per il fatto che si tratta di patogeni molto somiglianti e che ce ne sono moltissimi in natura pronti a fare il salto di specie, gli sviluppatori hanno cominciato a progettare un vaccino universale.

Era negli anni ’60 del secolo passato che i coronavirus venivano scoperti in laboratorio. Per decenni questi patogeni sono stati ritenuti poco importanti, poiché era a causa loro che si subiva quel malanno, che per quanto possa presentarsi più volte nel corso dell’anno, spesso è provocato dai rhinovirus.

Per questo motivo le case farmaceutiche non hanno ritenuto importante creare un vaccino in grado di opporsi a loro.

Sindrome respiratoria acuta grave

La  famigerata Sars, acronimo di Sindrome respiratoria acuta grave, apparsa nel nuovo millennio tra il 2002 e il 2003 ha causato circa 10mila contagi in venti Paesi, e ha provocato la morte di  circa 800 persone.

Dopo la mutazione di specie di questo coronavirus, che dai pipistrelli è passato all’uomo tramite un piccolo mammifero chiamato zibetto, si sviluppò un primo vaccino contro questi patogeni.

La trasmissibilità ridotta e le misure di arginamento fecero sì che la SARS sparisse in fretta, e con lei i propositi di un vaccino.

L’evoluzione, o come siamo abituati a sentirlo chiamare spillover, si è presentato molti anni dopo con il MERS-CoV che, tra il 2012 e il 2014, fece 131 vittime per poi sparire nuovamente. Solo che la MERS si presentava più letale della SARS, almeno del 30%.

Con il recente spillover del coronavirus SARS-CoV-2, origine dell’attuale pandemia mondiale, la ricerca ha deciso di concludere il lavoro, questa volta fino al vaccino.

Scienziati si stanno muovendo concretamente verso un vaccino contro tutti i coronavirus, non resta dunque che aspettare che la ricerca vada avanti per sapere se ci sarà un vaccino pancoronavirus davvero efficace.