Home News Severino Antinori condannato a 6 anni e 6 mesi: prelevò ovuli all’infermiera

Severino Antinori condannato a 6 anni e 6 mesi: prelevò ovuli all’infermiera

CONDIVIDI

La vicenda avvenne nella clinica Matris di Milano, nell’aprile del 2016. Il medico era stato arrestato e poi rinviato a giudizio.

condanna severino antinori

Severino Antinori è accusato anche di lesioni aggravate.

La condanna del ginecologo e le accuse

È stata emessa questo pomeriggio la sentenza di condanna nei confronti del ginecologo Severino Antinori. Il medico, come riferisce anche Tgcom24, è stato condannato a 6 anni e 6 mesi di carcere.

L’accusa nei confronti di Antinori è di rapina di ovociti ai danni di una infermiera spagnola.

La vicenda risale all’aprile del 2016, quando il medico prelevò dei gameti ad una ragazza di 23 anni. La giovane aveva raccontato di essere stata sedata e costretta al prelievo degli ovuli.

A decidere la condanna per il ginecologo Antinori è stata la seconda sezione della Corte di Cassazione. Pena ridotta rispetto ai 7 anni e 10 mesi che gli erano stata inflitti in Appello.

Severino Antinori è accusato anche di lesioni aggravate.

Assolto dall’accusa di furto

La Suprema Corte ha assolto il ginecologo dall’accusa di rapina del telefono cellulare della vittima e dall’accusa di tentata estorsione ai danni di altri due clienti della clinica.

Sarà ora la Procura generale milanese a doversi pronunciare su quello che sarà il destino del pioniere della fecondazione assistita.

Qualora la Procura dovesse disporne la carcerazione, i suoi legali hanno già annunciato che presenteranno un’istanza per chiedere la conversione della detenzione in carcere agli arresti domiciliari.

Nel maggio del 2019, il medico ginecologo era stato prosciolto dall’accusa di associazione a delinquere, nell’ambito di un’altra inchiesta sulla commercializzazione dei gameti.

Sempre l’anno scorso, erano stati accolti dalla corte d’appello di Milano i patteggiamenti a 2 anni di carcere per altri due indagati insieme al medico: l’anestesista Antonino Marcianò e la segretaria della clinica Matris, Bruna Balduzzi.

Entrambi sono ora usciti dal procedimento.