Home Spettacolo Serie A, ricordate Macellari? Oggi in miseria: da difensore a panettiere

Serie A, ricordate Macellari? Oggi in miseria: da difensore a panettiere

CONDIVIDI

Una vita fatta di troppi agi e di troppo sperpero quella di Fabio Macellari. Il giocatore di serie A ormai non ha più il conto in banca dell’epoca.

Fabio Macellari, da difensore a panettiere

Chi gioca a calcio ha la fortuna di intascare cifre astronomiche. Fabio Macellari questo lo sa bene perché un tempo, in qualità di difensore del Cagliari, anche lui guadagnava tanti soldini. Eppure adesso è tutto finito. Non ha più le ricchezze del passato ed è costretto a fare un lavoro molto più umile non avendo più l’età per giocare a calcio.

Fabio Macellari da calciatore a panettiere

Il tempo passa per tutti, anche per i calciatori. Fabio Macellari oggi ha 45 anni. Non tutti ricorderanno che lui è un volto noto alla televisione e allo sport perché un tempo è stato un calciatore del Cagliari, ma anche del Bologna, del Lecce e dell’Inter.

Oggi, non potendo più fare della sua passione il suo lavoro, è stato costretto a trovare altre occupazioni. La sua nuova vita si divide tra il fare il pane e l’andare a tagliare la legna nei boschi. Una vita che non ci si aspetta da un ex giocatore di Serie A:

“Ho sprecato tutto, fatto di tutto, anche uso di droghe. Ma alla fine o capisci gli errori e ti riprendi, oppure muori”

Solo oggi Fabio è consapevole degli errori del passato. Se potesse tornare indietro, molto probabilmente, non avrebbe fatto tutto questo.

La nuova vita di Fabio

Da diversi anni si alza tutte le notti e trascorre la maggior parte del tempo quotidiano in mezzo ai boschi. Ovviamente non fa tutto questo per qualcosa di mondano, come i divertimenti nei locali che era solito concedersi un tempo ma il lavoro di panettiere gli è necessario per vivere.

Il motivo? Lo stesso ex calciatore l’ha spiegato alla D’Urso nel suo celebre Live: purtroppo ha fatto forfait di ciò che gli ha permesso di ottenere il cacio professionistico:

“Ho fatto diversi scivoloni e anche uso di droga. Quando sei un ragazzo, arrivano certi guadagni, hai un tenore di vita sempre più alto non capisci cosa ti può succedere”.

Quando non arrivavano più offerte dalla serie A, Fabio si è ritrovato costretto ad accettare di fare il calciatore per serie minori. Questo voleva dire guadagnare molto meno:

“Tornare ad un ritmo di vita normale non è facile quando sei abituato bene ed io ero uno che spendeva, generoso, pagavo sempre io tutto per tutti”

A complicare il tutto anche la dipendenza da stupefacenti:

“In questi casi o capisci che devi ricominciare da zero oppure muori”.

Macellari oggi è un uomo diverso. Ha ripreso in mano la sua vita ed è tornato a vivere a Bobbio lontano dalle luci dello spettacolo. Raccontando la sua storia, Fabio vuole dare un consiglio a tutti i giovani:

“Fanno la stessa vita che ho fatto io un tempo quando frequentavo le discoteche, stiano attenti”

Purtroppo sperperare tutto vuol dire ritrovarsi in futuro con poco più di niente.