Home Politica Sergio Mattarella, le sue parole alle Fiamme Gialle sulle famiglie italiane

Sergio Mattarella, le sue parole alle Fiamme Gialle sulle famiglie italiane

CONDIVIDI

246esimo anniversario della fondazione della Guardia di Finanza: Sergio Mattarella ha lanciato il suo messaggio: necessario vigilare contro la criminalità organizzata.

sergio mattarella

Sergio Mattarella ha affermato  che, in questo momento di difficoltà, le famiglie potrebbero essere vittime degli usurai.

246esimo anniversario delle Fiamme Gialle

Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza: il presidente Sergio Mattarella ha sottolineato l’importanza del ruolo delle Fiamme Gialle, soprattutto in questo momento storico. Sì perché, ora più che mai, le famiglie potrebbero essere vittime degli usurai. Il messaggio di Mattarella era rivolto a Giuseppe Zafarana, comandante generale della Guardia di Finanza.

Come si legge su Repubblica, il presidente ha affermato:

“Le donne e gli uomini della Guardia di Finanza si stanno prodigando ora per scongiurare che le contingenti difficoltà di famiglie e imprese possano essere strumentalizzate dalla criminalità organizzata attraverso il riciclaggio e l’usura nonché per assicurare che gli aiuti economici non siano oggetto di tentativi di sviamento e di appropriazione indebita”.

Una moderna forza di polizia a servizio dei cittadini

Per il presidente della Repubblica la Guardia della Finanza è una forza di polizia moderna ed efficiente, in grado di tutelare la legalità, per far sì che i mercati possano funzionare correttamente. Durante l’emergenza sanitaria, inoltre, le Fiamme Gialle hanno garantito la sicurezza pubblica. Inoltre, ha collaborato con la Protezione Civile, occupandosi in prima persona, di trasportare i volontari lungo la Penisola ma anche attrezzature mediche.

Inoltre, la GdF è stata in grado di accogliere positivamente le sfide della nuova digitalizzazione, creando una rete investigativa fitta ed efficiente. Per Mattarella, l’impegno delle Fiamme Gialle è a 360 gradi, a servizio, ogni giorno, di tutti i cittadini.

Il presidente ha, inoltre, ricordato tutti coloro che sono morti facendo il loro lavoro, uomini e donne.