Home Spettacolo Serena Enardu torna a parlare dell’episodio della svastica: a valanga contro gli...

Serena Enardu torna a parlare dell’episodio della svastica: a valanga contro gli haters, parole pesantissime

CONDIVIDI

Serena Enardu smonta una per una le polemiche di fuoco sull’episodio della torta di compleanno con la svastica. Sul suo profilo ufficiale di Instagram ha replicato per le rime agli haters.

Serena Enardu

Tutta la schiettezza di Serena Enardu. L’ex protagonista del Grande Fratello Vip 4 e Temptation Island Vip è finita al centro della gogna mediatica dopo aver pubblicato uno scatto fotografico che raffigurava una torta di compleanno con una svastica. Sebbene l’immagine fosse stata cancellata tempestivamente, aveva ugualmente scatenato l’ira del popolo dei social.

Dopo opportuni chiarimenti e scuse da parte delle gemelle Serena ed Elga Enardu, venerdì 28 agosto l’ex fidanzata di Pago è tornata ad affrontare l’argomento. Sul suo profilo ufficiale di Instagram, la quarantatreenne sarda ha postato delle stories nelle quali esordisce così:

“Sono stata accusata di un reato che non esiste nella legge italiana. Apologia al nazismo? Non ho mai fatto alcun inneggiamento…”

Serena Enardu perde le staffe e torna a disquisire sulle accuse ricevute

L’ex tronista di Uomini e Donne ha fatto il punto della situazione, esaminando vari documenti e scartoffie: denunce, querele e diffide legali, ricevute per la famigerata foto scattata al compleanno della sua amica personal trainer. Senza tanti giri di parole, Serena Enardu si è espressa in questi termini:

“Chi mi ha criticata e giudicata dovrebbe prima dare una letturina all’articolo di legge al quale si sono appoggiati… È giusto sapere che ci sono tantissimi reati come la diffamazione, come l’incitamento all’odio nei confronti di una persona… Lo voglio dire agli haters perché a volte penso che la vostra ignoranza e la vostra cattiveria vi accechi un pochino”

Serena Enardu è irremovibile e ci sono parecchie ipotesi sul suo tavolo. In seguito ai numerosi attacchi degli haters, profondamente ingiusti, si pone davanti una scelta inevitabile: quella di procedere per vie legali.