Home Casi Capotreno aggredita con calci e pugni: individuato il responsabile

Capotreno aggredita con calci e pugni: individuato il responsabile

CONDIVIDI

Individuato l’artefice autore della vicenda del capotreno aggredita nella stazione di Seregno, avvenuta lo scorso venerdì.

seregno

Capotreno aggredita con calci e pugni nella stazione di Seregno: denunciato il colpevole.

L’aggressione nella stazione di Seregno

Era lo scorso venerdì, 17 gennaio, quando una giovane donna capotreno, che si trovava sul convoglio partito da Como e diretto a Rho, aveva notato un uomo sdraiato, che occupava diversi sedili.

La donna aveva quindi invitato il passeggero a sedersi composto, per lasciare liberi gli altri posti. L’uomo però si era rifiutato: la dipendente Trenord aveva quindi chiesto il biglietto, ma il passeggero aveva ammesso di non averlo.

La capotreno aveva effettuato una multa, invitando l’uomo a scendere dal treno alla fermata successiva. Giunti alla stazione di Seregno si era verificata la violenta aggressione: l’uomo ha colpito la capotreno con calci e pugni, poi è fuggito via.

La dipendente Trenord è stata trasferita in ospedale, dove è stata dimessa con prognosi di 10 giorni.

Denunciato il responsabile

Come evidenziato da Fanpage, il responsabile della vile aggressione ai danni della capotreno sarebbe stato identificato e denunciato alla polizia ferroviaria.

L’aggressore è un uomo italiano, di mezza età, con diversi precedenti per violenza. Quella ai danni del capotreno non era la sua prima aggressione. Dopo aver colpito la donna con diversi calci e pugni era fuggito proprio alla fermata di Seregno, dove era riuscito a far perdere le proprie tracce.

Un’aggressione quella subita dal capotreno denunciata anche dal sindacato Fit Cisl di Como, che aveva posto l’accento soprattutto sull’indifferenza mostrata dagli altri passeggeri. Nessuno, infatti, era intervenuto per aiutare la donna a difendersi da quel vile attacco.

La capotreno aveva semplicemente chiesto all’aggressore di sedere più composto, in modo da non occupare più di un sediolino sul convoglio. Di tutta risposta aveva ricevuto calci e pugni dall’uomo.