Home News Scuola, sospensione per gli studenti privi di mascherina

Scuola, sospensione per gli studenti privi di mascherina

CONDIVIDI

Il Cts specifica che la mascherina potrà essere tolta solo se seduti al banco. Severe conseguenze per chi non la indossa altrove.

Scuola mascherina
Obbligatorio indossare a scuola le mascherine chirurgiche, è questa la novità diffusa dal Cts (Foto di TgCom 24).

Continuano a lavorare fianco a fianco il Governo ed il Comitato Tecnico Scientifico per garantire la riapertura della scuola nella più totale sicurezza. Proprio nelle ultime ore sarebbe arrivata un’importante novità dettata proprio dal Cts.

Gli studenti, infatti, dovranno indossare obbligatoriamente una mascherina chirurgica all’interno della scuola e non quelle in semplice stoffa come preannunciato.

11 Milioni di mascherine al giorno per le scuole

Inoltre, l’istituto avrebbe specifico che nessuna spesa aggraverà sulle casse dei genitori. Infatti, ogni giorno agli istituti scolastici saranno inviate circa 11 milioni di mascherine chirurgiche.

Toccherà alla scuola in secondo luogo occuparsi della distribuzione, il tutto restando vigili alle norme sanitarie e senza creare assembramenti.

Le mascherine di stoffa, quindi, come riportato da TgCom 24, verranno usate solo in caso di emergenza in mancanza di quelle chirurgiche. Il Comitato, inoltre, ha ricordato come in aula, a distanza di un metro l’uno dall’altro, la mascherina potrà essere abbassata.

La preside dell’istituto “Volta” promette sospensioni per chi non la usa

In caso di volontà degli alunni di non indossare la mascherina ci saranno delle conseguenze. Ancora non si è deciso sui provvedimenti da adottare anche se nel caso dell’istituto “Volta” di Perugia la preside ha le idee chiare.

Come riportato da la Repubblica, infatti, la preside avrebbe promesso sanzioni disciplinari fino ad arrivare alla sospensione dell’alunno in questione.

Dello stesso pensiero è anche la preside del Polo Tecnico “Devilla” di Sassari, Nicoletta Puggioni:

“Non indossare la mascherina è un atto intollerabile che può danneggiare gli altri, i ragazzi devono capire l’importanza di questa cosa. E dunque prevediamo l’allontanamento dalla scuola per chi non le indossa”.

In totale contrapposizione Domenico Squillace, dirigente dell’Istituto “Volta” di Milano, secondo il quale la strada delle punizioni non porterà a nulla.