Home News Scuola, possibile ritorno alla didattica a distanza? La preoccupazione della Cgil

Scuola, possibile ritorno alla didattica a distanza? La preoccupazione della Cgil

CONDIVIDI

La scuola potrebbe ricominciare con la didattica a distanza. Una soluzione plausibile per la Cgil perché il ritorno in presenza, al momento, sembra difficile.

scuola

Una preoccupazione, quella della Cgil, che nasce dal fatto che il tempo a scuola si ridurrà.

Le preoccupazioni della Cgil

Per Francesco Sinopoli, il segretario della Flc Cgil scuola, non ci sono le condizioni affinché si possa ritornare sui banchi. Al momento, per il segretario, sarebbe necessario essere onesti con gli italiani. Lo scenario attuale, infatti, si presenta particolarmente drammatico.

Il rischio è quello di tornare alla didattica a distanza perché le nuove normative anti contagio stanno mettendo in crisi i dirigenti. Mancano spazi più ampi e, soprattutto, l’organico straordinario necessario.

Nella conferenza stampa promossa da Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda, come si legge su TgCom24, Sinopoli ha affermato:

“La preoccupazione che sta nascendo è che poiché il tempo scuola si ridurrà, si tornerà alla didattica a distanza. Noi sindacati vogliamo che si ritorni a scuola non vogliamo soluzioni diverse. Abbiamo bisogno di un decreto legge sulla scuola. Il governo deve dire con chiarezza che bisogna riaprire in presenza”.

Si riaprirà davvero il 14 settembre?

Il sindacato Gilda ha affermato che la pubblicità che si sta facendo ad un possibile ritorno sui banchi al 14 settembre è davvero molto attiva. In realtà, nessuno sa se si potrà riaprire davvero in sicurezza. Le perplessità sono state espresse da Rino Di Meglio, coordinatore della Gilda Scuola.

Il sindacalista ha affermato di ricevere telefonate allarmanti dagli istituti scolastici. Non ci saranno più le ore di lezione ma 40 minuti. In questo modo, si riducono le ore. Non si conoscono bene le regole di accesso degli studenti e quelle di pulizia dei banchi. Inoltre, non si sa bene quali sono le regole per evitare gli assembramenti di genitori e bambini in attesa di entrare in aula oppure all’uscita.