Home Politica Turismo Sardegna: dal 3 giugno basterà la prenotazione e sarà previsto un...

Turismo Sardegna: dal 3 giugno basterà la prenotazione e sarà previsto un bonus per chi fa il test

CONDIVIDI

Sardegna, Solinas: i turisti potranno approdare nell’isola con la sola prenotazione

Dal 3 giugno è sufficiente presentare una prenotazione: il Governatore Solinas ha sottolineato che i turisti che approderanno in Sardegna potranno presentare la prenotazione.

Il Governatore della Sardegna invita tutti i turisti a prenotare un soggiorno, ma in ogni caso continuerà ad esercitare il pressing sul Governo per raggiungere un accordo sul passaporto sanitario, ovvero sul “lasciapassare”.

Se non si dovesse pervenire ad un accordo tra Stato centrale e Regioni basterebbe semplicemente la registrazione dei passeggeri all’ingresso su una piattaforma e la compilazione di un questionario.

Turismo, Solinas propone un bonus da spendere in Sardegna per chi si sottopone al test

Niente quarantena. Il Governatore Solinas propone ai turisti un bonus da spendere in Sardegna per chi si sottopone al test sierologico.

A proposito dei sistemi di controllo alternativi il Governatore della Sardegna ha sottolineato:

“Pensiamo a un incentivo per chi volesse sottoporsi a una verifica con un test”.

Tra le altre soluzioni che si stanno delineando, Solinas ha indicato

“una registrazione all’ingresso con un piccolo questionario epidemiologico”.

Per quanto riguarda gli arrivi sicuri

“stiamo cercando di trovare un punto di intesa col governo sul modello che noi proponiamo”.

Tuttavia, il Governatore della Sardegna continua a “pressare” il Governo affinchè si trovi un accordo sulla certificazione di negatività risultante da un test.

Passaporto Sanitario: Solinas continuerà ad esercitare pressing sul Governo

Dal 3 giugno non è più prevista la quarantena per i voli domestici, ma Solinas propone l’obbligatorietà di un “lasciapassare”, richiedendo un test prima della partenza, senza alcun bisogno di quarantena.

“Questo non significa mettere barriere di alcun genere, né creare discriminazioni, vuol dire solo adottare filtri che consentano una tutela della salute contemperata con la giusta esigenza di riapertura del Paese”,

ha chiarito Solinas, che continuerà a cercare un’intesa con lo Stato.